Utente 3622

08 set 2020
diritto di famiglia

Dichiarazione firmata: quanto sono tutelato?

Mio fratello è stato ricoverato in una struttura di riposo a seguito malattia la moglie chiede di essere nominata amministratore di sostegno, e chiede a noi fratelli una dichiarazione indicando che siamo a conoscenza della pendenza del procedimento e che non ci opponiamo. Cortesemente Le chiedo che cosa dobbiamo fare, in che cosa ci vincola questa dichiarazione, è solo una liberatoria a favore della moglie o in un futuro potremmo essere chiamati a copertura di debiti o altro?

Risposte degli avvocati

Buongiorno.
Non e richiesta alcuna firma o liberatoria da parte Vostra perché sarete convocati all'udienza dal Giudice Tutelare.Cordiali saluti
avv.Lorena Mandini


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
08 set 2020

Buongiorno,
la domanda per l'amministrazione di sostegno si propone con ricorso al Tribunale competente. Nel ricorso devono essere esposti i fatti sui quali la domanda è fondata e, inoltre, devono essere indicati anche i nomi dei parenti entro il quarto grado.
Depositato il ricorso il presidente del Tribunale fisserà l'udienza di comparizione del ricorrente, dell'amministrato e dei parenti entro il quarto grado che saranno sentiti dal giudice.
Pertanto, non è richiesta una dichiarazione firmata dai parenti.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo
(Cell. 3280999150)


08 set 2020

Buongiorno,
sarebbe necessario visionare il documento di cui si chiede la firma.
Cordiali saluti
Avv. Giorgio Rocca