Utente 1682

14 mag 2020
diritto di famiglia

Obbligo dei figli di partecipare alle spese del genitore anziano

Buonasera
mia madre prende la pensione minima di 660,00 e mio fratello mi vuole dare una cifra irrisoria per coprire le spese per la badante/casa/salute/vitto.
C'è un modo per farlo partecipare con il 50% delle spese?
Grazie

Risposte degli avvocati

domenico russo
Avvocato civilista
14 mag 2020

Non esiste una norma specifica, e bisognerebbe capire se vi è lo stato di indigenza, e se le spese siano effettivamente necessarie, o se, in caso di non autosufficienza, possano chiedersi sussidi (accompagnamento, aiuti per il fitto, etc.). In ogni caso, nel codice civile si rinvengono le norme di cui agli artt. 433 e segg. c.c. (obbligo agli alimenti) che, in presenza di stato di indigenza, prevedono il dovere di somministrare i necessari alimenti (non inteso esclusivamente in senso stretto di cibo) al congiunto, secondo un ordine previsto. Per l'ipotesi da Lei prospettata, potrebbe farsi riferimento alla citata normativa - previa verifica delle condizioni indicate- che prevede (art. 438 c.c.) la partecipazione alle spese in proporzione alle condizioni economiche del somministrante (figlio). Cordiali saluti.


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
14 mag 2020

Buonasera Sig.ra,
per il codice civile (Artt. 433 e seguenti) tutti i figli sono obbligati a contribuire all'assistenza economica in favore del genitore in proporzione alle proprie capacità economiche. Così potrebbe succedere che, nel caso i figli abbiano redditi diversi, ciascuno possa essere tenuto a versare più dell'altro.
In caso di contrasto tra i fratelli l'unica soluzione consiste nel ricorrere al giudice affinché stabilisca le modalità di somministrazione economica.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo
(Cell. 3280999150)


valeria pietra
Avvocato civilista
14 mag 2020

Buonasera,
suo fratello deve compartecipare a queste spese in proporzione alle sue capacità economiche, lo si può obbligare a partecipare al 50% solo se ne ha la possibilità. Previo esame più dettagliato del caso, si può comunque sicuramente inviare una comunicazione formale a mezzo legale con la quale chiedere una compartecipazione in una misura concordata tra lei e suo fratello.
Sono a disposizione per fornirle assistenza, mi può contattare tramite il sito www.avvocatopietravaleria.it
Cordiali saluti