Utente 4478

24 nov 2020
diritto di famiglia

Problemi coniugali: come faccio a risolverli?

Vorrei scrivere qui mio problema ..
Sono rumena , vivo a casa dei miei genitori con il mio compagno.
Abbiamo una figlia di 6 mesi.
Dopo aver partorito il mio compagno è stato a casa per 2-3 mesi e mi aiutava tantissimo con la bimba e con le facende in casa.
Da 2 mesi circa lui ha iniziato il lavoro, lavora preso Amazon dal lunedì al venerdì , di notte. Di giorno dorme. Avvolte qualche giorno se ha da fare sta sveglio..
Sabato e domenica lavora con JustEat e Deliveroo .
Stiamo poco tempo insieme.
Il problema è che lui non fa parte alla crescita di sua figlia , spende troppo poco tempo con lei . Gli ho spiegato tantissime volte che deve un po’ lasciare il lavoro da parte ed essere più presente nella vita di sua figli .. la sua risposta è “ sto con lei quando ho tempo “ .
Io sto 24/24 e 7/7 .. se quel giorno quando lui sta a casa li dico di aiutarmi mi dice sempre di no , dice che lui si deve riposare , che ha da fare e che non può stare con la bambina. Sta al massimo 1 ora con lei .. e quel ora perché forse io sono uscita e in casa non c’è nessuno. Mi parla male, mi urla, mi dice parole bruttissime e mi tratta male . Avvolte mi incazzo con lui è lo tratto male.. litighiamo per cose stupide.
Ad esempio :
Questa sera dopo aver fatto la doccia (lui) li ho detto di lavare la farfallina della bambina mettere il pigiama e darli il latte perché io volevo andare a farmi una doccia calda .. la sua risposta è stata “ ma scusa potevi mettere il latte a riscaldare quanto tempo io facevo la doccia ! “
La mia risposta è stata “no.. puoi farlo anche tu.. per favore .. “ e ho ripetuto di nuovo cosa doveva fare .. ossia di lavare la bambina mettere il pigiama e farli da mangiare ..
I’m mio compagno si era incazzato dicendomi che lui non vuole farlo e che devo farlo io .. nel frattempo in cucina era venuta mia madre a fare quello che chiedevo di fare a lui ..
Successivamente ..
Sentendomi dire da parte del mio compagno che lui non vuole farlo Nel frattempo andando verso la stanza ... io sono andata dietro di lui .. e li dicevo/ lo pregavo di aiutarmi con la bimba.. di essere un po’ più presente insomma .. di partecipare alla crescita di Sophia ..
Lui si era incazzato e mi ha detto “Io non faccio quello che vuoi tu .. sei una mamma stronza e io non faccio niente!! “
Ovviamente mi ero incazzata .. e li ho urlato dicendoli che è meglio che se ne va ... che con lui o senza di lui è la stessa cosa .. perché io sto crescendo da sola la bambina .. lui c’è solo con il nome .
Lui a questo punto mi ha detto che se se ne va via mi prende la bambina ... io mi sono innervosita di più e lo tirato per il pigiama dicendoli che non si deve permettere di dire questo perché non la cresce lui , e anche se la prende non la può crescere perché lavora . La sua risposta è stata “ che pensi io non posso stare a casa e farmi dare i soldi da mio padre “ .. continuando così fino a tal punto di dirmi che sono malata mentalmente e di farmi ricoverare e che la figlia rimane da lui e io non la vedrò più , e le ho buttato un libro verso di lui.. continuando a dire cose brutte le ho messo le mani in gola .. e li ho detto che lui non tocca niente .. lui ha iniziato a spingermi ... nel frattempo è venuta mia madre per calmarmi .. lui continuava a dire che io non sono normale .. che sono una mamma di merda .. che ho problemi con la testa. Uscendo dalla stanza li ho tirato lo stesso libro in testa. Adesso ... voi ditemi sarò io ?
Sarà lo stress che mi è arrivato al limite , non lo so ...
So solo che non ce la faccio più...
Ogni giorno sento sempre le stesse cose :
Che sono stupida, idiota, mamma di merda, che non faccio niente, che sono handicappata, ultimamente mi ha detto che “il tuo piatto ((cucinato da lui) il piatto stava sul tavolo e io davo da mangiare a Sophia ) è per il cane” , che le altre mamme fanno di tutto e io sto solo con Sophia e faccio da mangiare , che sono irresponsabile , che ho 24 anni e ho ancora bisogno di mi madre , che non posso fare niente da sola , che se lui se ne va io sono “una morta di fame”
Non riesco fare cose insieme .
Non ho esperienza , è la prima volta che faccio la mamma..
Lui non capisce o non vuole capire che a prescindere dal fatto che lavora e io che sto a casa ... dobbiamo prenderci cura tutte e due della bambina . Datemi un consiglio. Vi prego non voglio perdere mia figlia!!

Risposte degli avvocati

fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
24 nov 2020

Buongiorno Signora,
premesso che bisognerebbe approfondire la questione, occorrerebbe regolamentare l'affidamento e il mantenimento di Vostra figlia.
Se ha necessità, mi può contattare ai recapiti indicati nel mio profilo.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo


claudia odorisio
Avvocato matrimonialista
24 nov 2020

Buongiorno signora,
dal suo racconto credo che si potrebbe valutare l'idea di metter fine alla vostra convivenza e regolamentare, di conseguenza, le modalità di affidamento e mantenimento di vostra figlia, che è ancora molto piccola. Se questa è la sua idea occorre valutare tutti gli elementi, cercare di arrivare ad un accordo con il suo compagno e, in ogni caso, proporre un ricorso al Tribunale. La sua mi sembra in situazione molto delicata, che occorre affrontare senza esagerare con i toni e con l'aiuto di un avvocato. Se ha necessità, trova tutti i miei recapiti qui sul mio profilo. Cordiali saluti
avv. Claudia Odorisio