Utente 12345

14 gen 2022
diritto di famiglia

Convivenza: come si riconosce?

Buonasera, avrei bisogno di una consulenza rapida su un argomento che non ho ancora ben chiaro. Io ed il mio compagno conviviamo da tempo però abbiamo sempre mantenuto le nostre residenze separate perché non abbiamo avuto il tempo di spostare la mia residenza. Mi spiego meglio. Da quando siamo in coppia conviviamo. Alcuni mesi fa ci siamo recati all'estero per via del suo lavoro e qui viviamo da allora ( siamo rientrati solo per le vacanze per vedere le nostre famiglie che vivono in un piccolo paesino di cui entrambi siamo originari). Essendo ritornati per soli 20 giorni di cui 10 passati in quarantena ci è stato impossibile spostare la mia residenza perché richiede tempo. Adesso per provare il nostro vincolo qui basterebbe una convivenza stabile di un anno e quindi non avremmo problemi sennonché hanno richiesto un documento dall'Italia che purtroppo non possediamo per i motivi già spiegati. Pur non essendo ancora sposati e con figli vorremmo riconoscere questo legame di convivenza. C'è qualche modo per farlo o no?
Vi ringrazio.
Cordiali saluti

Risposte degli avvocati

prof. avv. domenico lamanna di salvo
Avvocato matrimonialista
Bari
14 gen 2022

Buonasera,
un accordo scritto ( contratto di convivenza) potrebbe essere la soluzione per definire le questioni inerenti l’ assetto economico-patrimoniale e non solo. Ovviamente tale accordo dovrà essere autenticato da un notaio o da un avvocato.
Resto a disposizione per una consulenza legale approfondita ( al fine di conoscere ulteriori dettagli e consigliarvi la strada migliore)
La consulenza va concordata ed è a pagamento.
Cordiali Saluti
Prof. Avv. Domenico Lamanna Di Salvo
Matrimonialista - Divorzista
MILANO - BARI