Utente 4921

29 dic 2020
diritto di famiglia

Separazione: non voglio andarmene di casa, sono obbligato?

Buongiorno,
ho bisogno di una consulenza legale in quanto mia moglie chiede la separazione ed il divorzio.
mi chiede di lasciare subito il nostro domicilio, ma io non ho risorse economiche per procedere ad un trasloco immediato.
ha già preso un'appuntamento con il suo avvocato. essendo la prima volta cosa rischio? io non acconsento naturalmente a tutto ciò.

Risposte degli avvocati

29 dic 2020

Buonasera, sua moglie non le può imporre nulla pertanto le consiglierei di nominare un avvocato che la assista nelle fase delle trattative e successivamente nella fase giudiziale. Separazione e divorzio sono due fasi differenti e in due momenti diversi, senza la preventiva separazione non si può giungere al divorzio. Mi contatti all'indirizzo alessimaria.77()gmail.com per eventuali chiarimenti e/o assistenza e per una prima consulenza gratuita. Cordialmente. Avv. Maria Alessi, con studio in Taurianova (RC) e Frascati (ROMA).


antonino ercolano
Avvocato civilista
Sant'Agnello
29 dic 2020

Gentile Utente, separazione e divorzio sono due procedimenti distinti. La separazione precede il divorzio. Lei non può lasciare la casa coniugale, in quanto la "coabitazione matrimoniale" è uno degli obblighi imposti dal codice civile. E' possibile lasciare la casa coniugale soltanto dopo la prima udienza in Tribunale, o prima dell'udienza soltanto in determinati casi per giusti motivi (es: violenza). In mancanza rischia di vedersi addebitata la separazione. Ciò premesso, se non vi sono insuperabili conflittualità, potrebbe valutare di addivenire ad una separazione consensuale, che è un procedimento meno oneroso per i coniugi. Resto a disposizione nel caso necessiti di una consulenza più dettagliata per approfondire l'intera vicenda, tramite il mio profilo. Cordiali saluti. Avv. Antonino Ercolano - antoninoercolano()hotmail.it


valeria pietra
Avvocato civilista
29 dic 2020

Buongiorno,
sua moglie non può imporle unilateralmente di lasciare la casa coniugale senza un provvedimento del Giudice; è altamente probabile,semmai,che riceverà una lettera dall'avvocato di sua moglie in cui le verrano esposte le sue richieste e bisognerà avviare un confronto a mezzo legale in merito alla situazione, nell'auspicio di addivenire se possibile ad una separazione consensuale.
Occore comunque conoscere nel dettaglio la sua situazione personale ed economica per valutare come muoversi.
Sono a sua disposizione per fornirle assistenza legale in merito,mi può contattare ai recapiti che trova sul mio profilo.
Cordiali saluti.
Avv. Valeria Pietra


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
29 dic 2020

Buongiorno,
per poterLe dare un parere bisognerebbe approfondire la questione.
Se ha necessità, anche solo per una consulenza, mi può contattare senza impegno ai recapiti indicati nel mio profilo.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
29 dic 2020

Gentile utente, se vuole può contattarmi privatamente per concordare un appuntamento (telefonico o in videoconferenza)
Cordiali saluti.