utente 4404
19 nov 2020
diritto di famiglia

VENDITA TERRENO EREDITATO: che fare se non tutti gli eredi vogliono vendere?

buongiorno il problema riguarda una vendita di terreno e casa dei nonni defunti,ma bloccata perche un erede vuole una cifra improponibile .le spiego sono 3 sorelle e da vari pareri di agenzie immobiliari la casa piu il terreno e stata valutata sui 300 mila euro ma una zia non vuole firmare perche' vuole il doppio.cosa bisogna fare per sbloccare la situazione?lei non vuole liquidare le sorelle perche' non ne ha la possibilita economica e le altre 2 va bene la cifra stimata da agenzie.volevo sapere come ci dobbiamo muovere per poter vendere questo immobile ed incassare la propria eredita. grazie mille
Risposte degli avvocati

Buongiorno, bisogna rivolgersi al Tribunale per costringere la zia ad accettare la vendita se non può liquidare le sorelle. Non esiti a contattarmi per ulteriori chiarimenti. Cordiali saluti. Avv. Denis Bagarolo Tel. 3774068721 Email: bagarolo chiocciola avvocatobagarolo.it


rodolfo tullio parrella
Avvocato civilista
Battipaglia
19 nov 2020

Non subisca il ricatto della erede pretenziosa. Proponga il giudizio di divisione che obbligatoriamente deve essere preceduto da una mediazione, anche con vantaggi fiscali. Se non si accorda equamente e l'immobile non è divisibile il Tribunale dispone la vendita all'asta e si divide il ricavato in proporzione alle quote di ognuno. avvocatoparrella.it 335/8248795


19 nov 2020

Buonasera signora Elena, stante la situazione conflittuale l'unica soluzione potrebbe essere la richiesta di scioglimento della comunione. Mi contatti all'indirizzo alessimaria.77()gmail.com per eventuali chiarimenti e/o assistenza e per una prima consulenza gratuita. Cordialmente. Avv. Maria Alessi, con studio in Taurianova (RC) e Frascati (ROMA).


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
19 nov 2020

Buongiorno Sig.ra Facco, innanzitutto va detto che non è possibile obbligare uno dei comproprietari a vendere la suo quota oppure a dividere il bene in comproprietà attraverso un atto notarile. Quello che potrebbe fare è vendere la sua quota di proprietà, ma la cosa è alquanto complicata considerato che difficilmente si riesce a trovare qualcuno disposto ad acquistare solo una quota di proprietà di un immobile e non l'intero immobile. Pertanto, ciò che potete fare è chiedere lo scioglimento della comunione stessa (art. 1111 c.c.). Se necessita, anche solo di una consulenza, mi può contattare senza impegno ai recapiti indicati nel mio profilo. Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente. Avv. Fabio Casaburo


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
19 nov 2020

Gentile Signora, occorre procedere con la divisione. Se non vi è accordo, si può ricorrere al giudice. Cordiali saluti.