Utente 2688

14 lug 2020
diritto minorile

Tutelare mio figlio: cosa posso fare

Salve sono una ragazza madre di un bimbo di 7 anni. Dopo 11 anni di relazione nel 2012 ho saputo di essere incinta di un mese. Il padre di mio figlio era la e mi ha detto subito che non era pronto e che dovevo abortire. Io gli ho detto che il bambino lo avrei tenuto e che se lui non voleva aiutarmi nel crescerlo bastava che uscisse dalla nostra vita al che mi ha risposto che non voleva perdermi e che lo avrebbe riconosciuto. Cosa che ha fatto ma non è mai stato presente ne per me ma soprattutto non lo è stato per suo figlio. Al che a 3 anni dopo che sua mamma mi ha dato un'ultimatum o gli davo 200 euro al mese o io e mio figlio dovevamo andarcene. Cosa che ho fatto pensavo sarebbe cambiato ma invece non è stato così. Dopo qualche mese ho deciso di lasciarlo rimanendo d'accordo che lui potesse venire a trovarlo o venirlo a prendere quando voleva. Ma in 7 anni lo avrà visto meno di 10 volte se è tanto. Ho provato a chiedere un mantenimento senza andare tramite avvocato mi ha dato il primo mese poi più niente. Ora dice di aver trovato lavoro e vorrei tutelare mio figlio in qualche modo. Cosa mi consiglia di fare?

Risposte degli avvocati

valentina zagarrigo
Avvocato civilista
15 lug 2020

Buongiorno, suo figlio ha diritto ad ottenere una somma a titolo di mantenimento da parte del padre.
Gli accordi presi privatamente, purtroppo, spesso non vengono rispettati soprattutto in una situazione come la sua in cui il padre è stato spesso assente.
Dovrebbe iniziare una causa avanti al Giudice in cui chiede che il padre versi una somma a titolo di mantenimento.
Io mi occupo di diritto di famiglia e sarei lieta di aiutarla. I miei recapiti li trova sul mio profilo. Mi contatti pure se decide di volere assistenza legale.
Cordialmente,
Avv. Valentina Zagarrigo


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
14 lug 2020

Buongiorno Signora,
Suo figlio ha tutto il diritto di ricevere un mantenimento da parte del padre. Per far ciò però si renderebbe necessario, e oltretutto consigliabile, rivolgersi al Tribunale per mezzo di un avvocato.
Se necessita di assistenza legale, sarò lieto di fornirLe una prima consulenza gratuita.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo
(Cell. 3280999150)


giovanni carbone
Avvocato civilista
14 lug 2020

Buongiorno, l’unica cosa da fare é affidarsi a un Avvocato. Si procederà secondo legge per ottenere quanto dovuto dal padre che non potrá sottrarsi in alcun modo alla contribuzione. Avv. Giovanni Carbone