Utente 4062

19 ott 2020
diritto penale

Minacce e insulti da parte di familiari: cosa posso fare?

Sono una ragazza maggiorenne che da anni subisce insulti, violenze verbali dai genitori con un coinvolgimento quasi poco cosciente ma attivo dei miei fratelli. Da anni ho subito gesti cattivi, parole offensive e poca considerazione per quanto riguardo i saldi principi di relazione, e da anni sono stata seguita da psicoterapeuti, e ho solo allora ho compreso appieno il danno psicologico avuto, a livello relazionale , emotivo. Non lavoro ancora purtroppo, e mi sto rendendo conto della gravità della cosa o denuncio oppure me ne vado da casa. Io non so che soluzione prendere perché se me ne vado da casa non ho nessuno che ovviamente mi può ospitare, col covid e tutto il resto. Mi può spiegare se è possibile farlo e difendermi da cattiverie e ricatti giustificati da tutta la famiglia e fatti passare come verità, i loro giudizi quando ho la piena coscienza che questi sono solo insulti?! O cattiverie?! Posso denunciare? Secondo lei oppure sto sbagliando persona a cui chiedere.

Risposte degli avvocati

avvocato dequo
Avvocato civilista
20 ott 2020

Salve,
per rispondere in maniera adeguata alla sua domanda sarebbe opportuno avere delle informazioni più dettagliate rispetto al suo rapporto con i familiari. Inoltre sarebbe necessario valutare la diagnosi del suo psicoterapeuta. In assenza di tali informazioni, non sono in grado di risponderle adeguatamente, ed in conformità alle regole deontologiche cui sono assoggettato.