utente 3910
03 ott 2020
diritto penale

Reato di minaccia: quando è punibile con querela?

Salve vorrei sapere se una minaccia del tipo "non sai cosa ti combino" è passibile di querela. Il soggetto che l'ha posta in atto non è nuovo a minacce che presumono ledere la mia incolumità e una volta durante un litigio mi ha spinta giù dalle scale, anche se lui nega e io non ho sporto denuncia non avendo riportato seri danni. Ho gli sms salvati delle minacce.
Risposte degli avvocati

Gentile utente, in realtà, al fine di inquadrare correttamente la frase che Le è stata rivolta, è indispensabile chiarire il contesto nel quale è maturata detta frase; solo così possiamo capire se è configurabile il reato di minaccia o meno. In questo senso, nell'eventuale querela andrebbe anche riferito l'episodio della spinta per comprovare la serietà della minaccia. Sotto altro aspetto, quello probatorio, sarebbe molto utile indicare delle persone che possano confermare la sua versione dei fatti e quindi assumere la veste di testimoni. Ove necessitasse di maggiore assistenza nei termini che Le ho indicato, può contattarmi attraverso l'indirizzo mail indicato nel mio profilo. Distinti saluti. Avv. Sandro Del Popolo


Il reato di minaccia è punibile a querela della persona offesa. La querela deve essere presentata personalmente, o per mezzo di difensore, entro tre mesi dallacommissione del fatto. Potrà indicare le circostanze che hanno portato alle minacce e il testo dei messaggi. E' punito con una multa fino a 1032 euro, salvo eventuali aggravanti.


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
03 ott 2020

Sì.