utente 740
02 mar 2020
diritto societario e commerciale

Ricatto subìto per aver accettato impiego da azienda concorrente

Gentile Avvocato, lo scorso anno ho lasciato la mia precedente attività di venditrice porta a porta della filiale italiana di una società straniera perchè ho ricevuto un'offerta da parte di un concorrente presso il quale oggi svolgo un lavoro di consulente regolarmente stipendiato. Mio marito è il presidente del consiglio di amministrazione della filiale italiana della società in cui lavoravo prima. Il proprietario straniero di quella società mi ha ricattata, dicendomi che se non fossi tornata nella vecchia società (ripartendo in pratica da zero, con le provvigioni) avrebbe revocato il mandato di presidente del CDA della filiale italiana a mio marito. Io non ho ceduto al ricatto e sono rimasta nella società concorrente e ora mio marito ha ricevuto per email la comunicazione che dal 1° aprile gli revocheranno il mandato di presidente del CDA. Non ho mai posto in essere atti di concorrenza sleale e mio marito è sempre stato elogiato per il proprio lavoro, quindi si tratta di una semplice ripicca che causerebbe un danno ingiusto a mio marito. Se la sua società dovesse confermare quanto gli ha anticipato per email in un CDA, potremmo fargli causa per estorsione? Se sì, cosa rischierebbe la società revocante? Solo risarcimento danni o anche conseguenze penali (per noi sarebbe meglio la seconda ipotesi, venendone a conoscenza potrebbero desistere)? Grazie in anticipo. Buona serata. Giorgia.
Risposte degli avvocati
antonio sirica
Avvocato civilista
03 mar 2020

Cara Utente, da quello che riferisce, mi sembra che ci siano senz'altro gli estremi per valutare un'azione sia in sede civile che penale. Inoltre suggerisco di valutare, sotto un profilo squisitamente societario, l'eventuale possibilità da parte di suo marito di pretendere un indennizzo per la mera revoca, anche prescindendo dal tema del ricatto. Il mio Studio vanta ampia esperienza nel campo del diritto civile e societario, per cui qualora volesse il mio supporto non esiti a contattarmi ai miei recapiti indicati in calce. Peraltro, io vanto numerosi clienti sulla piazza di Milano, dove ho una mia presenza stabile, per cui nel caso in cui la cosa vada avanti potremo anche incontrarci per parlare dei dettagli di persona. Cordiali saluti, Avv. Antonio Sirica @: asirica@siricalegal.it www.siricalegal.it T: 0199247656


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
02 mar 2020

Buonasera, Sarebbe necessario parlarne in maniera approfondita via mail e valutare gli elementi eventualmente a sostegno. Se vuole, mi scriva all'indirizzo avv.daronzoantonio@gmail.com Cordialmente