utente 4589
02 dic 2020
diritto societario e commerciale

Trasferimento di quota SRL con matrimonio non dichiarato

Salve, ho ricevuto una quota di SRL in donazione da un familiare. Il problema è che quando questo è successo, io ero legalmente coniugata, ma per motivi personali ho dichiarato di non esserlo. Ora io figuro come socio e unica proprietaria delle quote, mentre in realtà anche mio marito dovrebbe esserlo, dato che siamo in comunione. Posto che lui è d'accordo e che non rischio opposizioni, gli atti da me compiuti come socio sono validi? La dichiarazione di stato civile libero, anche se erronea, potrebbe creare problemi gravi oppure fintanto che il mio coniuge non si oppone il problema è relativo? Grazie in anticipo
Risposte degli avvocati
02 dic 2020

Buonasera, in generale, i beni ricevuti in donazione sono beni personali, anche se il donatario è in comunione dei beni, salvo che non sia specificato che questi sono attribuiti alla comunione. I proventi dell'attività societaria potrebbero invece rientrare nella comunione de residuo. Tutto questo va comunque approfondito meglio, anche per capire se, a fronte di una Sua diversa dichiarazione, la donazione sarebbe stata a favore di entrambi; è necessario valutare attentamente la documentazione in Suo possesso prima di poter dare una risposta. A disposizione, cordiali saluti Avv. Giorgio Rocca