utente 1197
16 apr 2020
patrimonio

Bagno sopra la cucina: posso denunciare l'inquilina del piano di sopra?

Buonasera, ho un dubbio rispetto a dei lavori effettuati ormai da molti anni dalla proprietaria dell'appartamento sopra al mio (io vivo nel mio appartamento, quello sopra è affittato) che ha fatto spostare il bagno sopra alla mia cucina (in particolare lo scarico è ora su una parete che divide la mia cucina dalla mia camera da letto). Attualmente questo mi causa diversi problemi: il primo, non per importanza ma per facilità di percezione, è il rumore dello scarico che sono costretta ad ascoltare in cucina e in camera da letto, naturalmente a tutte le ore del giorno e della notte (si immagini cosa significa mangiare in cucina con questo sottofondo, sentendo scorrere il 'contenuto' del gabinetto, e mi è capitato anche di essere svegliata dal rumore di notte! Infine, anche l'acqua nella vasca da bagno crea rumori percepibili nelle due stanze menzionate sia durante il bagno di chi la usa che al momento dello svuotamento della vasca). Ma come ho detto, questo, benché fastidiosissimo, non è certo il problema principale: mi chiedo infatti se questa sistemazione sia salubre, non ho idea di come siano stati realizzati gli scarichi, e per di più proprio sotto allo scarico, nella mia cucina, continua a comparire un ineliminabile macchia di umidità (il soffitto era stato tinteggiato in quel punto da pochi mesi quando è subito riapparsa). Mi sono lamentata di questa macchia di umidità con il mio amministratore di condominio, che l'ha attribuita a cause esterne e ha predetto che sarebbe sparita a seguito dei lavori alla facciata del palazzo, che però ora sono finiti da un anno, mentre la macchia è ricomparsa proprio dove stava prima. Cosa posso fare? Si tratta di un problema di salute pubblica? Posso denunciare la cosa ai carabinieri e pretendere che venga ristabilita l'organizzazione delle stanze precedente, e cioè che il loro bagno venga ricollocato in colonna con il mio? Mi chiedo anche, a questo punto, se posso chiedere dei danni, perché francamente questi lavori hanno sicuramente inquinato il mio ambiente dal punto di vista acustico, e tremo all'idea di avere ben altri danni da chiedere, e cioè al pensiero che possa esserci stato anche un inquinamento di altro genere... Grazie mille A.
Risposte degli avvocati
antonio sirica
Avvocato civilista
17 apr 2020

Cara Anna, ritengo che nel suo caso ci siano senz'altro gli estremi per valutare un'eventuale azione verso la proprietario e/o verso il condominio finalizzata a fare in modo che la causa dell'infiltrazione venga rimossa e tutti i danni arrecatele risarciti. Inevitabilmente questo passa tramite il coinvolgimento di un avvocato il cui costo, tra l'altro, potrà essere addebitato alla parte che le ha arrecato il danno. Nel caso in cui volesse avvalersi della mia assistenza, mi contatti pure tramite piattaforma oppure ai miei recapiti (tel 019 9247656, sito www.siricalegal.it). Cordiali saluti, Avv. Antonio Sirica