Utente 2721

16 lug 2020
recupero crediti

Immobile in comproprietà: sono vittima di appropriazione indebita?

Buonasera, per oltre 20 anni ho avuto un immobile commerciale in comproprietà con mio fratello. Questo immobile è stato dato in locazione per 20 anni ad un'agenzia finanziaria che ha pagato mensilmente il canone pattuito. Il contratto di locazione è stato firmato da me e mio fratello. Per semplicità dei pagamenti l'agenzia finanziari faceva un unico bonifico direttamente nel conto corrente di mio fratello. Mio fratello non mi ha mai dato la mia parte spettante (il 50%). Sbaglio o o questo è reato di appropriazione indebita? Come posso agire io legalmente per avere la parte di denaro che mi spettava per questo periodo ventennale di canoni di locazione mai riscossi?

Risposte degli avvocati

16 lug 2020

Buongiorno, certamente potrebbe agire legalmente legale per la restituzione della sua parte. Se crede mi può mi contattare ai recapiti che trova sul mio profilo per una consulenza sul caso. Cordialmente. Avv. Maria Alessi, con studio in Reggio Calabria e Frascati (ROMA).


vanessa valeria vianello
Avvocato civilista
Milano
16 lug 2020

Buongiorno,
l'appropriazione indebita è procedibile a querela di parte entro 3 mesi dal fatto (salvo non sia prevista l'aggravante) e vi deve essere la prova dell'interversio possessionis.
Di contro, il credito si prescrive in 10 anni.
Quindi, non può domandare la restituzione di quanto indebitamente percepito nei primi 10 anni, ma può domandare gli ultimi 10.
Le consiglio l'assistenza di un avvocato per porre in essere gli atti necessari a tutelarla.
Se interessato, mi contatti via email a vianellolex()gmail.com allegandomi la copia della documentazione a sue mani e sarà mia cura, una volta esaminata, fornirLe un preventivo gratuito per l'assistenza legale. Cordiali saluti