Utente 12624

24 gen 2022
recupero crediti

Richiesta recupero crediti: domande

Ricevo oggi una chiamata di un ipotetico esattore del recupero crediti che NON si identifica e mi dice che ha provato a contattarmi tramite lettera al mio vecchio indirizzo per il pagamento di una penale del modem + messa in mora.
Non ho ricevuto PEC né raccomandate con conferma di ricevuta. Non ho pertanto dato prova in nessun modo di avere ricevuto la notifica di pagamento, se non un pdf su whatsapp.
Mi viene detto che le notifiche sono cortesie e che devo pagare tra tre giorni, sebbene sulla lettera ci sia scritto (sebbene non credo abbia valore legale essendo solo un documento online) tra 10 dall'avvenuta consegna.
Come posso procedere? queste modalità sono impugnabili in qualche modo?

Risposte degli avvocati

fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
24 gen 2022

Buonasera,
per poter recuperare un credito il creditore dovrebbe provvedere ad inviarLe una raccomandata a/r in modo da poter dimostrare l'avvenuta consegna.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo


andrea carrisi
Avvocato civilista
24 gen 2022

Gentile utente,
da come la descrive potrebbe trattarsi sia del recupero crediti di una società incaricata per somme modeste ovvero un tentativo di truffa ai suoi danni.
Se ritiene di non avere alcun insoluto, può stare tranquillo.
Se invece la questione esiste (ma magari è controversa) potrebbe valutare di agire dinanzi al CORECOM.
Qualora lo riterrà resto a sua disposizione, potendomi contattare tramite il mio profilo.
Cordialmente,
Avv. Andrea Carrisi