Utente 1746

18 mag 2020
responsabilità civile

Autoclave condominiale rumorosa: come fare?

Buongiorno, nel condominio dove sono proprietario di un monolocale posto al piano terra nelle ultime settimane è stata installata una pompa autoclave all'interno di un locale posto al piano meno 1.
Il mio appartamento è situato proprio al di sopra in corrispondenza del locale condominiale dove risulta installata la suddetta pompa.
Il condominio è posto in una zona balneare, pertanto al momento l'occupazione degli immobili è scarsa quindi l'autoclave mediamente al giorno si attiva una ventina di volte. Non oso immaginare la frequenza nel periodo estivo.
Il rumore udibile dal mio appartamento durante le ore notturne impedisce di dormire con continuità.
Durante le ore diurne lo stesso problema non permette di condurre una vita in appartamento nella norma.
Cosa devo fare per pretendere la cessazione del rumore molesto?
Grazie
Giovannangelo

Risposte degli avvocati

vanessa valeria vianello
Avvocato civilista
Milano
19 mag 2020

Buona sera,
Sulla base di quanto da Lei rappresentato, la prima valutazione che deve essere effettuata è quella relativa al concetto di “soglia di normale tollerabilità” del rumore generato dall’autoclave, il tutto rapportato all’ubicazione della stessa. Ciò in ragione del fatto che da un lato deve essere garantito il normale riposo anche e soprattutto notturno di ogni persona e dall’altro deve consentirsi a tutti i condomini di poter usufruire regolarmente del servizio idrico. Ovviamente è necessario considerare se l’installazione dell’autoclave in quel luogo è una mera sostituzione oppure si tratta di un innovazione, ulteriormente sarebbe opportuno comprendere, nel caso vi siano state delibere assembleari relative ai lavori di installazione, se vi sia la possibilità di poter contestarne il contenuto deliberativo e se vi sia ancora tempo per farlo. Il primo consiglio, pertanto, è quello di incaricare un Avvocato al fine di intavolare un confronto con l’Amministratore ed il Condominio, contestando la non sopportabilità dei rumori per ricercare inizialmente metodi che possano garantire l’adeguato isolamento acustico. Ove non vi sia esito positivo, rimane la possibilità di agire in giudizio affinché siano adottati i più opportuni provvedimenti per garantire che i rumori rientrino nella normale soglia di tollerabilità. In ogni caso, per fonrnirLe una valutazione più articolata è opportuno approfondire ulteriori dettagli. Se gradisce, mi contatti al n. 345/2146424 oppure a mezzo email all'indirizzo vianellolex()gmail.com e sarà mia cura rimetterLe un primo parere gratuito e un preventivo per l'assistenza legale. A disposizione, saluto cordialmente.


avvocato dequo
Avvocato civilista
18 mag 2020

Buongiorno,
a mio parere il caso è eccessivamente complesso per fornirle una consulenza gratuita. La invito a contattarmi sul sito, per richiedere una consulenza personalizzata a pagamento.
Cordiali saluti.


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
18 mag 2020

Buongiorno,
occorre innanzitutto mettersi in contatto con l'amministrazione, meglio se tramite avvocato.
Se ha bisogno di assistenza, può trovare i miei contatti sul mio profilo.
Cordialmente