Utente 15448

16 mag 2022
responsabilità civile

Dentista: come sapere se i prezzi sono giusti?

Buongiorno,Un anno fa mi sono affidato ad uno studio dentistico della mia città per risolvere un problema di denti storti. Ho deciso di utilizzare le famose mascherine ortodontiche per risolverlo e tutto è andato bene, fino a ora. Nel preventivo da me accettato ed integralmente pagato era previsto un periodo di contenzione per evitare che i risultati raggiunti venissero persi con il tempo. Per cause di lavoro però mi sono dovuto spostare dalla mia regione di residenza e quindi non sono ancora riuscito ad essere visitato per terminare il trattamento. Mentre ero via però l'ortodonzista dello studio mi ha inviato altre mascherine per mantenere i denti nella posizione finale. Dato che le mascherine ortodontiche hanno comunque una durata massima di circa un mese, essendo fatte in plastica, al momento ho richiesto che mi venissero inviate altre mascherine, dato che l'accordo prevedeva un periodo di contenzione, del costo complessivo di €500. Queste mascherine mi è stato comunicato avere un costo aggiuntivo, da pagare quindi extra rispetto a quello originariamente previsto. Questo fatto mi ha lasciato perplesso dato che i €500 sono stati pagati proprio per fare il periodo di contenzione e ora mi viene chiesto di pagare un'extra per queste altre mascherine, nonostante mi siano già state inviate gratuitamente prima, proprio per ovviare alla mia lontananza e all'impossibilità provvisoria di eseguire il trattamento.
Mi domando quindi se posso essere tutelato dal pagare questo supplemento, dato che mi erano state inviate altre mascherine "extra" a titolo gratuito ma che ora, magicamente, non sono più comprese nei patti originari e devono essere pagate a parte.

Risposte degli avvocati

Gentile Utente,
per poter rispondere al quesito occorre esaminare il preventivo.
Solo così è possibile capire quali fossero gli accordi tra lei e il dentista.
Resto a disposizione all'indirizzo mail presente nella pagina del mio profilo.
Cordiali saluti.
Avv. Umberto Depaoli
Foro di Torino