Utente 2617

09 lug 2020
responsabilità civile

Impiego massiccio di diserbanti in abitazioni private

Sono residente a Castelfranco Emilia ( MO ) ed abito con mio marito , mio figlio e mio padre in una casa bifamigliare indipendente di proprietà dei miei genitori .Ieri a partire dalle 1530 circa la ns vicina di casa , senza informarci nè chiedere a me o ad altri della mia famiglia alcun consenso , ha fatto irrorare abbondantemente tutto lo spazio esterno circostante alla sua abitazione con decine di litri di un " disseccante per le erbacce " da un agricoltore della zona che è intervenuto in loco con un trattore ed una cisterna piena del liquido ; purtroppo lo spazio irrorato è non solo confinante ma anche strettamente adiacente allo spazio che nella mia abitazione è adibito ad orto x il fabbisogno di verdure della mia famiglia e che dista circa 1 metro dall'area in cui è stato cosparso il suddetto "disseccante" . Alla mia richiesta alla sigra ed all'addetto di chiarimenti sul tipo e sulla salubrità del trattamento vista la vicinanza con le ns verdure l' addetto allo spargimento mi ha rassicurato dicendo che era sufficiente che non vi venisse cosparso direttamente . Purtroppo nella mia famiglia si sono già verificati di recente gravi casi di malattie tumorali ( una forma molto aggressiva di linfoma non Hodgkin a mio marito curata con vari cicli di chemioterapia , mia madre è deceduta il mese scorso a causa di una forma particolarmente aggressiva di tumore al pancreas ) , pertanto ieri pomeriggio ho segnalato l'accaduto agli organismi preposti del Comune di Castelfranco Emilia cui ho anche chiesto che venga fatta chiarezza sulle suddette sostanze utilizzate dalla mia vicina di casa , sulla possibilità di continuare a mangiare le ns verdure ed anche sulla correttezza di questa pratica : la ns vicina la sta perpetrando da molti anni nonostante i miei genitori le abbiano segnalato il nostro dissenso con educazione in varie occasioni e chiesto se poteva diserbare il cortile con metodi più ecologici , senza alcun risultato . Peraltro le malattie di mio marito e mia madre ci hanno lasciato basiti vista la ns grande attenzione x l'alimentazione e per uno stile di vita sano e visto che coltiviamo le ns verdure seguendo i criteri delle colture biologiche .Purtroppo sono riuscita solo ieri a documentare la situazione facendo foto e video che a mio avviso sono inequivocabili , in quanto negli anni precedenti ero fuori casa x lavoro tutto il giorno ed i miei genitori che sono anziani non erano in grado di fare riprese .Sono seriamente preoccupata per la salute mia e dei miei famigliari per cui chiedo la vs consulenza x capire come è possibile far analizzare il ns terreno e la concomitante falda acquifera ed accertare che non sussistano contaminazioni pericolose ; chiedo inoltre , nel caso dalle analisi dovessero emergere dei problemi, se è possibile x chiedere per vie legali un risarcimento dei danni biologici per mio marito e mia madre e dei danni al ns terreno ed in che modo è consigliabile procedere x avviare con successo una eventuale causa .

Risposte degli avvocati

09 lug 2020

Buongiorno Signora, certamente ove risultasse la presenza di materiali dannosi e/o pericolosi sarebbe possibile agire per il risarcimento del danno. Sarebbe, naturalmente necessaria una preventiva perizia per valutare lo stato del terreno. Mi contatti pure tramite whatsapp al n. 333.3252566 e/o all'indirizzo alessimaria.77()gmail.com per eventuali chiarimenti e/o assistenza e per una prima consulenza gratuita. Faccio presente che se il suo reddito personale non supera € 11.493,82 può accedere al gratuito patrocinio con costi sostenuti interamente dallo Stato. Essendo io iscritta negli appositi elenchi potrei certamente assisterla. Cordialmente. Avv. Maria Alessi, con studio in Reggio Calabria e Frascati (ROMA).


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
09 lug 2020

Buongiorno Signora,
si renderebbe necessario effettuare quanto prima una perizia sul terreno per valutare la presenza di elementi dannosi per la salute e di conseguenza, se dovessero essere riscontrati, agire per il risarcimento del danno biologico.
Se necessita di assistenza legale mi può contattare al 3280999150, sarò lieto di aiutarLa e di approfondire la questione.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo


vanessa valeria vianello
Avvocato civilista
Milano
09 lug 2020

Buongiorno Signora,
prima di addentrarsi in qualsiasi ragionamento, è opportuno procedere con una perizia sul terreno (da effettuarsi, tra l'altro, quanto prima).
Una volta ottenuta quest'ultima, sarà possibile valutare il prosieguo:
- danni sul fondo attiguo;
- danni sulle persone e sulla loro salute;
- molestie sul possesso.
Ciò premesso, La invito a contattarmi via email a vianellolex()gmail.com e sarò lieta, previo chiarimento anche a voce, di fornirLe un primo preventivo gratuito per prestarLe dovuta assistenza.
Consiglio inoltre, di affidarsi a un legale per la scelta del perito, poichè questa fase è saliente ed essenziale per il prosieguo.
Un cordiale saluto


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
09 lug 2020

Buongiorno, sarebbe opportuno sentirsi privatamente per un preventivo.
Trova i miei contatti sul mio profilo.
Cordialmente