Utente 2350

20 giu 2020
responsabilità civile

Problemi divisione casa: non mi fanno più accedere

Vivo io e mia madre in una villetta nell'appartamento al pian terreno. Di sopra abitano il fratello di mio padre con moglie e figli. Io e mia madre abbiamo difficoltà economiche e non siamo riuscite a pagare le spese accessorie della casa come curare il giardino. Il cancello automatico si è rotto, loro ci sono andati addosso 3 volte con la macchina, e volevano aggiustarlo a tutti i costi, nonostante mia madre gli avesse detto di non avere i soldi. Ora, loro lo hanno aggiustato e non ci hanno dato il telecomando e ci hanno tolto la corrente per aprilo da dentro casa sia del cancello grande che del cancelletto piccolo per l'accesso a piedi, costringendoci a lasciare le nostre macchine in strada e scaricare la spesa e altre cose fuori da casa e portarle a mano dentro. Io vorrei sapere se è legale tutto questo. Loro non ci hanno chiesto il permesso per aggiustarlo e ci costringono a vivere come estranei o affittuari in una casa che è per metà nostra. Ci sono altri problemi, come la loro doccia intasata che ha allagato il soffitto e che ci fa crollare il tetto in testa. Ma per il momento il problema maggiore è il non poter accedere a casa agevolmente. Mia madre aveva prospettato la possibilità di lasciare il cancello aperto fino a quando non avremmo potuto provvedere. Grazie per la vostra attenzione. Cordialmente Ambra Campione

Risposte degli avvocati

avvocato dequo
Avvocato civilista
20 giu 2020

Buongiorno,
a mio parere, qualora non volesse sporgere denuncia per il reato di maltrattamenti, previsto dall'art. 572 c.p., potrebbe richiedere l'emissione di una sentenza di adempimento o di risarcimento del danno, dopo averne determinato la quantificazione, a norma dell'art. 1453 c.c. .
Cordialità.


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
20 giu 2020

Buongiorno, la questione necessita di una consulenza approfondita.
Se vuole può contattarmi tramite consulenza diretta o via mail.
Cordialmente