Utente 4840

22 dic 2020
responsabilità civile

Spese di ristrutturazione: a chi toccano in questo caso?

Buonasera,
avrei bisogno un parere sulla possibilità di ricevere un risarcimento danni in riferimento al seguente accaduto.
Quasi cinque anni fa ho comprato una casa sulla quale una impresa edile ha effettuato una serie di ristrutturazioni, tutte eseguite a norma di legge.
Fra queste ristrutturazioni è stato rifatto completamente il bagno.
Quindici giorni fa, all'improvviso di venerdì sera dopo le ore 20 , ho sentito un forte rumore in bagno, scoprendo che si era staccato dal muro sulla parte alta il termoarredo crollando sul mobile di fronte, rovinando e scheggiando il lavabo causando naturalmente una grossa perdita d'acqua.
Naturalmemte ho cercato immediatamente l'aiuto di un professionista. Ho telefonato alla ditta che aveva effettuato i lavori e non ha risposto al telefono e quindi ho richiesto l'intervento di un idraulico che ha risposto alla mia richiesta di soccorso.. la sera ha effettuato un intervento provvisorio per fermare la perdita d'acqua e il giorno dopo anche con intervento di un piastrellista ha sistemato la rottura dei tubi d'acqua, ripristinato le piastrelle e rimontato il termoarredo.
Non ho pensato a ricontattare la ditta edile che aveva fatto i lavori di ristrutturazione perché pensavo di risolvere il tutto con la mia assicurazione casa . Purtroppo oggi ho saputo che non rimborsano nulla perché la rottura dei tubi d'acqua sono stati causati dalla caduta del termoarredo. A questo punto ho ricontattato la società che aveva eseguito la ristrutturazione che mi ha negato ogni rimborso perché i lavori per la riparazione del danno dovevano essere eseguiti da loro e non dovevo contattare nessuno di esterno. (FORSE DOVEVO FARE ALLAGARE LA CASA E RIMANERE AL FREDDO FINO A QUANDO NON AVREBBERO RISPOSTO AL TELEFONO )
Volevo sapere se fosse possibile sapere se mi spetta un risarcimento.

Risposte degli avvocati

fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
23 dic 2020

Buongiorno,
i danni causati da lavori di ristrutturazione fatti male vanno segnalati, mediante comunicazione formale di diffida entro 60 giorni dalla data in cui sono stati scoperti i difetti, all'impresa edile formalizzando una richiesta danni per vie legali.
In difetto, prima di procedere innanzi al Tribunale per ottenere il risarcimento del danno (nel Suo caso ci sono i presupposti giuridici), bisognerà rivolgersi ad un organismo di mediazione in modo da poter cercare di risolvere la questione bonariamente.
Inoltre, per quanto riguarda l'assicurazione sulla casa si legga bene il relativo contratto.
Se ha necessità, anche solo per una consulenza, mi può contattare senza impegno ai recapiti indicati nel mio profilo.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
22 dic 2020

Gentile utente, da quanto è stato descritto è possibile innanzitutto inviare una richiesta via Racc. A/R alla ditta. In mancanza si può citare la stessa in giudizio.
Se ha bisogno di assistenza legale, può contattarmi privatamente ai recapiti che trova sul mio profilo.
Cordiali saluti.