Utente 3399

24 ago 2020
responsabilità civile

Vicino molesto causa ex art 844 c.c.

Buonasera, Mi trovo nella spiacevole condizione di dover valutare se intentare una causa al vicino molesto; in particolare si tratta di numerosi episodi di inquinamento acustico causati da voce alta - tanto da poter seguire senza alcun problema ' i discorsi' tenuti - musica e televisore alta/o oltre a serrande e finestre sbattute rumorosamente e fastidiosi fischi. Premetto che a causa di tali rumori sono spesso costretto a dover cambiare stanza (anche per dormire) e talvolta anche ad utilizzare cuffie o tappi per le orecchie..
Sto altresi'valutando l'ipotesi di richiedere perizia fonometrica preventiva per  quantificare l'impatto acustico sulle diverse stanze della casa e quindi valutare se viene superata la soglia della normale tollerabilita'.
Preciso inoltre che l'attivita' molesta e' per lo piu'  causata dai toni eccessivamente alti di telefonate o discussioni con altri.
Abbiamo provato a rendere nota la situazione al diretto interessato ma senza soluzione; la risposta a tale rimostranze e' stata quella di citare il regolamento di condominio il quale richiedeva il silenzio (obbligatorio) unicamente nelle fasce orarie di riposo ( prima delle 08.00 / dopo le 22.00) e che dunque egli - per converso - poteva continuare a fare tranquillamente cio' che piu' gli pareva e piaceva presso la propria abitazione  senza alcun riguardo alcuno e in tutte le altre differenti fasce orarie della giornata.
E' consigliabile dunque intentare una causa civile ex art 844 c.c. in tale  situazione?

Risposte degli avvocati

avvocato dequo
Avvocato civilista
26 ago 2020

Buongiorno,
a mio parere è possibile ma le suggerisco di ricorrere, in via preventiva, a modalità di composizione bonaria della lite.
Saluti.


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
24 ago 2020

Buonasera,
i presupposti per intentare un giudizio, causa rumori molesti, ci sono.
Le consiglio, però, in primis di provvedere ad inviare, tramite legale di Sua fiducia, una formale diffida ad adempiere, ed in caso di inerzia instaurare il giudizio.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo
(Cell. 3280999150)


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
24 ago 2020

Gentile utente,
è possibile.
Se ha bisogno di assistenza, mi contatti pure privatamente oppure tramite CONSULENZA DIRETTA.
Cordialmente,
Avv. Antonio D'Aronzo