Utente 16984

30 lug 2022
responsabilità medica

Operazione di vaginoplastica: legislazione

Salve, sono un ragazzo di 24 anni della provincia di Napoli. Dopo aver interrotto una cura ormonale di oltre un anno e mezzo, da ottobre 2017 a marzo 2019, in cui ho assunto androcur, progeffik e progynova ogni giorno, a dispetto del progeffik, il quale prenedevo ogni quindici giorni per dieci giorni consecutivi; ho capito che la mia strada non era questa, con gli ormoni ho avvertito soltanto un malessere generale e nient'altro, tono dell'umore basso, crisi di pianto non controllato, grosso calo della libido e spossatezza, brividi di freddo costanti e dolori alla muscolura delle gambe, per non palrare poi dei danni estetici: cellulite, vene varicose, capillari deboli, smagliature sulle braccia... ho un pensiero che mi passa sempre per la testa: sarebbe bello per me farmi operare per ricostruire una vagina, ma non voglio cambiare il sesso sui documenti. Non voglio essere una transgender. Vorrei continuare a vestirmi da ragazzo, a ricevere testosterone, ma avere una vagina sotto ai pantaloni.
Voi credete che sia possibile questa scelta per me? Grazie per eventuali risposte.
PS: ho già parlato con un chirurgo plastico molto cortese, ma egli desidera il parere di un avvocato.

Risposte degli avvocati

antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
30 lug 2022

Gentile utente, occorre un parere approfondito sulla questione. Se necessita può contattarmi privatamente per una consulenza (a pagamento)