Risarcimento danni e responsabilità condominiale

Quando è possibile chiedere il risarcimento dei danni al condominio per i danni verificatisi nelle parti comuni dell’edificio

Domanda

Vi contatto per chiedere un consiglio che riguarda il condominio in cui abito. La questione é la seguente: pare, perché non vi é nessun tipo di prova tangibile, che la figlia di uno dei condomini sia caduta accidentalmente in cortile mentre si allenava ad andare sulla bicicletta, procurandosi una frattura alla tibia (così sembrerebbe). La madre di questa bambina sembra voler pensare di rifarsi sul condominio (che non ha una assicurazione) i quali spazi comuni, compreso il cortile, sono in ottime condizioni e manutenzione regolare. Non c’è un verbale dei vigili,nessuna ambulanza,nessuno di tutti i condomini (compreso il sottoscritto presente il giorno) ha visto o sentito la caduta o le presunte urla della bambina,che potrebbe essere caduta ovunque! Vi ringrazio ed attendo prezioso suggerimento!

Risposta

Gentile, per risponderLe occorre premettere quanto segue. Il risarcimento dei danni di natura extracontrattuale si fonda sulla verificazione di un fatto illecito, compiuto quantomeno con colpa, che abbia causato un danno ingiusto ad altri (art. 2043 c.c.). Ciò significa che un’ eventuale richiesta di risarcimento del danno possa essere avanzata solo se si ritiene di aver subito un danno ingiusto derivante da un fatto illecito altrui. In tal caso il richiedente avrebbe l’onere di fornire la prova sia dell’illiceità del fatto, sia della colpa che delle singole voci di danno di cui si chiede il risarcimento. Ciò premesso, se lo stato di manutenzione del condominio è regolare e non è possibile dunque addebitare alcun illecito in capo al condominio, qualsiasi richiesta diretta ad ottenere il risarcimento dei danni verificatisi nelle parti comuni dell’edificio ed avanzata da uno dei condomini sarebbe infondata per mancanza dei necessari presupposti indicati dalla legge. In sostanza, se tale è lo stato di fatto, non è possibile accertare alcuna forma di responsabilità in capo al condominio. Di conseguenza, non è dovuto alcun risarcimento.

LEGGI PURE:  Consulenza Legale diritto di famiglia