Utente 2737

16 lug 2020
successioni e donazioni

Casa lasciata in eredità: è mia di diritto?

Buonasera, scrivo per cercare di chiarire i dubbi della mia situazione.
Abito in una casa di proprietà di mia madre, recentemente deceduta, ma di cui mi sono accollata le rate di mutuo fin dall’inizio (con promessa di donazione, purtroppo mai avvenuta) e per la quale mio marito ha versato l’anticipo previsto dal contratto di acquisto. È la casa nella quale abitiamo fin dal matrimonio.
Ho una sorella, e dal momento che nostra madre non ha lasciato testamento, la casa (unico bene ereditario) sarebbe ora di proprietà di entrambe (tra due settimane dobbiamo andare dal notaio per la successione).
Ho legalmente modo di far valere i soldi già spesi per mutuo e anticipo? È possibile chiedere a mia sorella la metà delle rate del mutuo rimanenti, e un contributo per le spese straordinarie di condominio che spettano ai proprietari? E, domanda non meno importante, mio marito e io (o chi di noi due dovesse sopravvivere all’altro) abbiamo il diritto di continuare ad abitare qui senza correre il rischio di dover lasciare la casa perché mia sorella magari decide di venderla?

Risposte degli avvocati

fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
16 lug 2020

Buonasera Signora,
la cosa certa è che ora le proprietarie dell'immobile siete Lei e Sua sorella, la quale non è assolutamente tenuta ad accollarsi la metà delle rate del mutuo. E se un domani volesse vendere l'immobile, senza il Suo consenso, si dovrà procedere ad un'azione di divisione, con la vendita della relativa quota.
Le posso solamente consigliare di provare a trovare un accordo innanzi al notaio.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo
(Cell. 3280999150)