Utente 12697

26 gen 2022
successioni e donazioni

Chiarimenti in merito a sanzioni del codice del de cuius

Buongiorno con la presente si richiede un chiarimento da esperti, a seguito del decesso di mia madre abbiamo scoperto che aveva in casa molta corrispondenza "chiusa" tra questi parecchi avvisi di pagamento di verbali del codice della strada, premetto lei non guidava da più di 20 anni, ho inviato alle autorità di competenza per richiedere l'annullamento di ciò, e mi hanno risposto "Ai sensi dell'articolo 65 del DPR 600 del 1973 “gli eredi rispondono in solido delle obbligazioni tributarie il cui presupposto si è verificato anteriormente alla morte del dante causa"., ora mi chiedo, ma La legge non stabilisce che le sanzioni dovute dal defunto non si trasmettono agli eredi?. Questo significa che tanto il verbale con la multa, notificato dopo il decesso dell’automobilista, quanto la successiva cartella di pagamento non vanno pagati. Allora mi chiedo perché il Comando di Polizia Municipale mi ha scritto il contrario?
Grazie per la vostra attenzione cordiali saluti

Risposte degli avvocati

Buonasera.
Ai sensi dell'art. 8 del d. lgs. n. 472/97, "l'obbligazione al pagamento della sanzione non si trasmette agli eredi". Di conseuenza, che anche nel caso in cui gli eredi ricevano un verbale contenente una sanzione per contravvenzione al codice della strada a carico del defunto, non sono tenuti a pagarla.
Se la polizia municipale, nel caso qui in esame, non intende annullare il provvedimento notificato, è necessario impugnarlo, comunque, mediante ricorso al Prefetto o al Giudice di pace competente.
Per una consulenza più accurata, anche in videochiamata (Zoom, Skype o WhatsApp), può contattarmi, per un preventivo, alla email: avvdecrescenzochiocciolaliberopuntoit.
Cordiali saluti