Utente 3630

08 set 2020
successioni e donazioni

Diritto di passaggio proprietà privata: chi ce l'ha?

Buongiorno, abbiamo ereditato una casa (A) dai nostri genitori, entrambi deceduti (siamo 4 fratelli).
La casa è sita in un terreno di forma rettangolare, sul quale, circa a metà, c'è un'altra abitazione ( un cugino - B).
L'entrata in comune per entrambe le abitazioni è, per abitudine, sul lato corto del rettangolo del nostro terreno (A). L'abitazione del cugino ha un'altra uscita, sul lato corto opposto del rettangolo - C.
A metà del rettangolo, che delimita il terreno dove è sita l'abitazione del cugino, c'è un cancello automatico (che praticamente divide il terreno A-C in due parti) del quale avevano le chiavi i miei genitori in quanto il cugino permetteva loro di accedere alla loro proprietà e di uscire, a piedi, dal portone sito sul lato opposto dell'entrata C (che da sulla strada principale del paese).
I miei genitori avevano costruito la casa da noi ereditata ex novo, previa autorizzazione del comune, su un terreno di loro proprietà da anni. Non è quindi stato fatto nessun rogito in quanto non è stato nemmeno richiesto un mutuo. Su nessuno scritto in nostre mani risulta l’autorizzazione al passaggio sul nostro terreno al cugino.
Questi quindi, ogni giorno, per entrare ed uscire nella sua proprietà transita sul nostro terreno, a fianco della nostra casa A e raramente utilizza il portone sito sul loro terreno C.
Nel momento del decesso dei nostri genitori mio cugino ci ha immediatamente richiesto le chiavi del portone in quanto noi figli non avevamo il diritto di passare attraverso la sua proprietà e di uscire dal suo portone.
Ora che noi fratelli vorremmo vendere l’abitazione A chiediamo se:
A - il cugino ha un diritto di prelazione sulla nostra abitazione
B – Se possiamo vendere a terzi ed impedire il passaggio sul nostro territorio al cugino in modo che possa accedere alla sua abitazione solo dal portone sito sul lato C.
C – Eventualmente mio padre (a nostra insaputa) avesse firmato una scrittura privata col cugino per concedergli il diritto di passaggio sul nostro terreno A, questa, aveva valore? Può avere tutt’ora valore o è decaduta nel momento del decesso dei miei genitori?
D – Possiamo quindi vendere l’abitazione A e vietare al cugino il passaggio su quel terreno, magari costruendo un cancello davanti all’abitazione A?

Risposte degli avvocati

fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
08 set 2020

Buongiorno,
premesso che la situazione andrebbe approfondita, in primo luogo Suo cugino non ha nessun diritto di prelazione sull'immobile da Lei ereditato; in secondo luogo il passaggio coattivo si realizza quando il proprietario del fondo non ha uscita sulla via pubblica né può procurarsela senza eccessivo dispendio o disagio.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo
(Cell. 3280999150)