utente 2237
12 giu 2020
successioni e donazioni

Mia sorella non vuole accettare l\'eredità

Buonasera. Mio padre è deceduto da qualche tempo. Io e mia sorella vogliamo accettare l'eredità. Nostra sorella (che risiede in Germania), invece, ha detto che, per adesso, non ne vuole sapere. Nel patrimonio ereditario ci sono: un conto in banca, un libretto postale e un appartamento. Le chiavi dell'appartamento le ho io (le avevo già prima della morte per la manutenzione ordinaria, mio padre non era più autosufficiente). Cosa succede adesso con la divisione se mia sorella non ci fa sapere nulla? Ho letto che possiamo richiedere un tempo al tribunale. Nel frattempo, però, noi possiamo ottenere la nostra parte oppure dobbiamo aspettare che lei accetta? Seconda domanda: se a noi fosse consegnata la nostra parte, la parte che spetta a nostra sorella (che è in Germania) verrebbe affidata a noi due? I costi da sostenere sarebbero solo a carico nostro?
Risposte degli avvocati
marco sansone
Avvocato civilista
Vallo della Lucania
13 giu 2020

Buongiorno! La prima cosa che deve chiarire, essenziale per inquadrare correttamente la fattispecie, è se sua sorella che vive in Germania ha figli. Perché in caso di sua rinuncia all'eredità, il tutto si trasferirebbe ai figli e non andrebbe immediatamente ad accrescere le altre due quote ereditarie. A parte questo, poi, bisogna chiarire che il chiamato all'eredità (in questo caso vale per ciascuna di voi tre) resta tale sino al momento dell’accettazione e, una volta accettato, è considerato erede sin dal momento dell’apertura della successione, avendo l’accettazione dell’eredità un effetto retroattivo e non essendovi soluzione di continuità tra la situazione giuridica del defunto e quella dei suoi eredi. Se siete ancora entro l'anno dalla morte di vostro padre, il consiglio è quello di manifestare per iscritto la volontà di addivenire ad uno scioglimento della comunione ereditaria, in modo da fare tutti i passaggi utili per la stessa. Consideri che con la dichiarazione di successione legittima presentata (può farlo anche una sola tra voi tre), diverrete tutte e tre proprietarie di 1/3 del patrimonio ereditario. Ciò consentirà a Lei e Sua sorella di prendere la Vostra parte relativamente al denaro, attendendo poi per l'appartamento dove evidentemente la divisione (ove divisibile) verrà fatta successivamente. Se vuole approfondire può scrivermi su marco()avvsansone.it o contattarmi ai recapiti presenti sul profilo


vanessa valeria vianello
Avvocato civilista
Milano
12 giu 2020

Buonasera, fin tanto che vostra sorella non accetta l'eredità non potete voi goderne. Vi consiglio quindi di incaricare un avvocato per procedere con un giudizio in tribunale col quale viene intimato a vostra sorella di accettare o meno l'eredità. Se vostra sorella non accettasse l'eredità, andrà direttamente agli altri eredi in accrescimento. Resto a disposizione qualora gradisse un approfondimento e un preventivo per assisterla. Mi può contattare via email a vianellolex()gmail.com o al n. 3452146424. Cordiali saluti


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
12 giu 2020

Buonasera, casi come quelli da Lei descritti sono molto frequenti. La strada da percorrere consiste nel richiedere una divisione giudiziale dell'intero patrimonio, preceduta da un tentativo obbligatorio di mediazione, al fine di tentare di risolvere bonariamente la questione. Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente. Avv. Fabio Casaburo (Cell. 3280999150)