Utente 15286

09 mag 2022
successioni e donazioni

Successione di auto con fermo amministrativo: domande

Buongiorno e grazie in anticipo per l'attenzione. 4 mesi fa è mancato il mio compagno.
Non eravamo sposati, pertanto io non rientro nell'asse ereditario.
Lui ha diversi parenti, che non hanno intenzione di accettare l'eredità a causa dei suoi problemi economici. La sua unica proprietà è un'auto che ho scoperto essere sottoposta a fermo amministrativo per una cifra ingente (50.000€).
L'auto è ferma in garage nella casa in affitto in cui io sto continuando a vivere e non è assicurata.
Per ora non mi crea problema tenerla qui.
Ma se dovessi lasciare questa casa, l'auto andrebbe portata via.
Da una consulenza sul vostro sito ho capito che presentando ufficialmente rinuncia all'eredità da parte dei parenti, l'auto diventerebbe di proprietà dello stato, che se ne dovrebbe occupare.
I parenti del mio compagno non hanno ancora presentato ufficialmente la rinuncia alla successione e non sembrano intenzionati a farlo per non spendere soldi.
I parenti del mio compagno sono: la madre, un fratello, due figlie maggiorenni avute da un precedente matrimonio, una delle quali ha un figlio a sua volta, diversi zii e cugini, alcuni dei quali vivono in
altre regioni. Sono tutti coinvolti nella successione, appurato che madre, fratello e figlie non vogliono accettare l'eredità? E quindi tutti dovrebbero presentare rinuncia ufficiale affinché l'auto diventi proprietà dello stato?
Se nessuno o alcuni dei parenti non dovessero fare la dichiarazione ufficiale di rinuncia e io nel frattempo dovessi lasciare questa casa, cosa potrei fare per non creare problemi al mio attuale padrone di casa?
Anche se volessi risolvere il problema acquistando l'auto, non avrei comunque la possibilità economica di sanare il debito e rimuovere il fermo amministrativo.
Ho modo di obbligare tutti i parenti del mio compagno a presentare rinuncia formale alla successione?
Mi sento con le mani legate e temo di essere in una situazione di difficile soluzione, più che altro per la mancanza di volontà degli interessati, con cui il mio compagno purtroppo non aveva più rapporti da diversi anni.

Risposte degli avvocati

elena armenio
Avvocato civilista
Brescia
09 mag 2022

Buon pomeriggio,
purtroppo la sua diligenza nel non voler causare disagio al proprietario dell'immobile non può trovare facile soluzione.
Lei ha rappresentato correttamente la situazione e la conclusione inevitabile è che, in generale, è onere degli eredi preoccuparsene e, se questi rinunciassero all'eredità, spetterebbe al proprietario dell'immobile informare la Polizia municipale e l'Agenzia del Demanio, che provvederanno in merito.
Ad ogni modo dei beni mobili abbandonati in genere resta custode il proprietario dell'immobile, in assenza di eredi.
Bisogna valutare però a chi fosse intestato il contratto di affitto e se lei sia subentrata o stia per lasciare a breve l'immobile, visto che ha scritto che attualmente è il suo padrone di casa.
Resto a disposizione per eventuali approfondimenti o chiarimenti, trova i miei contatti sul profilo.
Cordiali saluti
Avvocato Elena Armenio