Utente 2467

27 giu 2020
tutela della persona

Consulenza incidente stradale: a chi chiedere

Salve, espongo il caso. In data 15/1/2017 mentre percorro in scooter una strada di ritorno dal lavoro vengo travolto da un auto che fa inversione a U dove non dovrebbe. Vengo trasportato in ambulenza al pronto soccorso: riento al lavoro dopo 71 giorni (15 gg di prognosi iniziale via via estesa), prosegui riabilitazione fino a fine luglio 2017. Danno lussazione acromion claveale DX 3° grado, più contusioni varie ginocchio caviglia schiena etc etc. Sono intervenuti i carabinieri, il conducente ha ammesso il torto. Vengo risarcito dall'assicurazione con circa 15000 euro verso agosto er i danni fisici. Qualche giorno fa ho ricevuto convocazione in tribunale per Gennaio 2021 come parte offesa dove ho la facoiltà non l'obbligo di comparire con un difensore se intendo chiedere in risarcimento del danno nel processo penale, attraverso la costituzione di parte civile. Volevo sapere se può avere senso costituirsi parte civile per l'eventuale ulteriore risarcimento del danno in sede penale o se quanto già ricevuto dall'assicurazione di fatto è da considerarsi eseustivo. Grazie anticipato per la consulenza.

Risposte degli avvocati

fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
28 giu 2020

Buongiorno Sig. Brembilla,
se all'atto del risarcimento da parte dell'assicurazione Le è stato fatto firmare una quietanza liberatoria, come credo, non potrà pretendere altro risarcimento in sede penale.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo
(Cell. 3280999150)