Utente 19134

21 nov 2022
tutela della persona

Diffamazione nei confronti di minori

Buongiorno, volevo un consulto rapido per una questione spiacevole riguardante la figlia della mia compagna.
La ragazza ha 12 anni e purtroppo ha ricevuto diffamazioni nonche frasi del tipo" ti faccio scopare la famiglia" da una ragazza di un anno in più di lei quindi 13 enne.
Però la diffamazione vera e propria avviene sui social, nello specifico Instagram dove questa ragazza durante le sue dirette dà della puttana dicendo cose false sul conto della figlia della mia compagna.
Preciso che queste dirette sono viste da persone pubbliche e anche di conoscenza comune.
Come possiamo procedere? Ci sono gli estremi per una denuncia per diffamazione?

Risposte degli avvocati

antonio leggiero
Avvocato
Avellino
22 nov 2022

Egregio Signore,
buongiorno. Mi dispiace per quanto accaduto. Purtroppo, sono gli effetti collaterali nocivi dei social. Dal punto di vista astratto il reato è configurabile ed è anche aggravato, perché avvenuto a mezzo social. Il problema è che l'autrice è infraquattordicenne e quindi non imputabile. Tuttavia, la sua compagna può agire a tutela della ragazzina in sede civile, chiedendo i danni ai genitori che sono responsabili per legge. Se vuole mi contatti e posso farla assistere da una mia eccellente Collega del Foro di Brescia, esperta di tali tematiche.
Cordialissimi saluti.
Prof. Avv. Antonio Leggiero


antonino ercolano
Avvocato civilista
Sant'Agnello
21 nov 2022

Buongiorno.
La Sua compagna può sporgere denuncia-querela in luogo della figlia (una minore di anni 14 non può presentare denuncia).
Il reato configurabile è la diffamazione aggravata.
Tuttavia - atteso che la condotta diffamatoria è posta in essere da una ragazza di 13 anni - l'eventuale querela proposta non sarebbe procedibile: i minori infraquattoridicenni non sono imputabili (art. 97 c.p.).
Ritengo, quindi, opportuno inviare una diffida tramite Legale di fiducia affinchè siano rimossi immediatamente tutti i contenuti diffamatori. Poi è possibile eventualmente agire in sede civile per richiedere risarcimento dei danni ai genitori della ragazza 13enni quali soggetti responsabili ex art. 2048 c.c.
Resto a disposizione nel caso necessiti di assistenza.
Cordiali saluti.
Avv. Antonino Ercolano


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
21 nov 2022

Si, può contattarmi privatamente per assistenza


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
21 nov 2022

Buongiorno,
da quanto descrive vi sono i presupposti per agire dal punto di vista civile al fine di ottenere un risarcimento del danno.
Naturalmente, l'eventuale azione, sarà nei confronti dei genitori della tredicenne.
Se necessita, anche solo di una consulenza, mi può contattare ai recapiti indicati nel mio profilo.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo