Utente 11239

30 nov 2021
tutela della persona

Eccessivo controllo del proprietario di casa: cosa fare

Buonasera, Sono qui per presentare una situazione che sta causando a me e alle mie coinquiline non pochi problemi. Da circa due mesi siamo in affitto e il proprietario di casa abita al piano di sotto (la casa ha ovviamente le due porte di ingresso separate e in comune il cancello di ingresso). Da quando siamo qui il proprietario di casa si è mostrato fin da subito molto invasivo e con un eccessivo controllo nei nostri confronti. Inizialmente ci ha vietato di ospitare in casa qualcuno, il divieto era anche per il giorno non solo per dormire la notte (in sintesi io non potevo invitare una mia amica a pranzo nella casa dove pago l’affitto). Ciò ovviamente non è scritto nel contratto quindi dopo alcune discussioni iniziali ci ha “consentito” di ospitare ogni tanto qualcuno. I problemi da quel momento non sono finiti, anzi peggiorati. Dopo il suo “consenso” abbiamo invitato sole due volte delle persone a cena e quando i nostri ospiti sono andati via lui è uscito nelle scale chiedendo ad essi se in casa nostra ci fosse ancora qualcuno (voleva in sintesi sapere se qualcuno restasse a dormire). Ma il peggio arriva la seconda volta in cui abbiamo invitato delle persone a cena e il proprietario di casa il giorno seguente è venuto in casa nostra con la scusa di aggiustare il Wi-Fi e ha approfittato della situazione per, letteralmente, minacciarci. Il proprietario di casa aveva sul cellulare i video della telecamera di sorveglianza in cui mi vedevo io mentre accompagnavo i miei amici al cancello per andare via, una cosa normale quando si ospita qualcuno e il tutto è avvenuto senza fare rumore e salutandoci a bassa voce. Vorrei sapere: è legale che il proprietario di casa conservi video della telecamera girati con il suo telefono in cui mi vedo io e persone a lui sconosciute? Soprattutto, è legale nel momento in cui noi stavamo semplicemente scendendo le scale e non stavamo facendo nulla di illegale?
Dopo averci mostrato questi video lui ha detto: “se succede di nuovo che qualcuno va via alle due di notte vi mando lo sfratto con la lettera dell’avvocato”, è una cosa che può fare se il motivo non è valido?
Chiedo scusa per essermi dilungata così tanto ma è una situazione che ci sta causando non pochi problemi e soprattutto preoccupazione, perché ogni volta che scendiamo le scale abbiamo l’ansia che lui controlli i nostri spostamenti e ciò non ci sembra normale.

Risposte degli avvocati

Buongiorno.
Da quello che racconta la situazione è veramente difficile. Astrattamente si potrebbero ravvisare degli illeciti. Per una congrua trattazione del caso può consultarmi direttamente mediante i miei contatti.
Distinti saluti.
Prof.Avv.Antonio Leggiero


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
30 nov 2021

Buongiorno,
il comportamento del proprietario di casa è assolutamente illegittimo.
Provveda ad inviare formale comunicazione di diffida, salvo eventualmente agire in giudizio.
Se necessita, anche solo di una consulenza, mi può contattare ai recapiti indicati nel mio profilo.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo
Torino - Milano


antonino ercolano
Avvocato civilista
Sant'Agnello
30 nov 2021

Gentilissima Utente, anzitutto per poterLe dare un parere completo occorrerebbe visionare il contratto di locazione sottoscritto.
Rispondendo alla Sua domanda: sì, potete ospitare in casa - purchè per un breve periodo - chi volete. Anche a dormire per qualche giorno. Mentre al contrario è generalmente vietato il subaffitto.
Il comportamento del padrone di casa non solo è illegittimo e infondato sul piano del diritto civile, ma configura una serie di condotte penalmente rilevanti, persecutorie.
Il locatore non può invadere la privacy al punto da interessarsi di chi entra ed esce di casa, registrare le entrate e le uscite di casa al fine di controllare, importunare i vostri ospiti, o anche violare il domicilio (per entrare in casa deve dare congruo preavviso per iscritto e deve essere espressamente autorizzato da voi. Non è sufficiente presentarsi alla porta, bussare e pretendere di entrare).
Al fine di far cessare queste condotte consiglio di inviare preliminarmente una diffida - per mezzo di Avvocato - con la quale gli si intima di cessare tutte queste illegittime condotte, con l'avvertimento che in mancanza saranno edotte le Autorità competenti (denuncia ai carabinieri) e vi vedrete costrette ad adire anche le Autorità Giudiziarie per il risarcimento dei danni.
Non può richiedere nessuno sfratto per i motivi da voi indicati.
Se dovesse poi proseguire con questi atteggiamenti, denunciate.
Cordiali saluti.
Avv. Antonino Ercolano - antoninoercolano()hotmail.it