Utente 2990

29 lug 2020
tutela della persona

Insulti sui social: sono perseguibili?

Mia suocera ha scritto su facebook che mio padre (scritto suo nome e cognome) insieme a mia madre (ha scritto il suo soprannome e nome) e io (mio nome) insieme a loro genero(intendendo mio marito e suo figlio ma senza scrivere il nome) abbiamo rubato in casa sua in Bosnia ed Erzegovina e adesso stiamo vendendo queste cose. Cosa non vera, mai accaduta, mai denunciata e mai provata. Le accuse sono state scritte in bosniaco, io ho lo screenshot del post, lei ha poi cancellato il post ma ha già infangato il nome di tutta la mia famiglia originale e quella acquisita. Vorrei denunciarla e avrei bisogno di consigli come fare e soprattutto vorrei sapere se é possibile denunciarla in Italia visto che il post é scritto in bosniaco. Mio marito, io e mia suocera siamo residenti in Italia(marito con cittadinanza italiana e io e mia suocera con permesso di soggiorno), miei genitori sono residenti in Bosnia ed Erzegovina.

Risposte degli avvocati

Buongiorno,
può provare a sporgere querela per diffamazione in Italia, presso i Carabinieri o la Polizia Postale.
Il termine per poterlo fare è di 3 mesi che decorrono dal momento in cui si acquisisce contezza dei commenti o post ingiuriosi.
Per la redazione della querela, le consiglio di rivolgersi ad un legale.
Avv. Chiara Labrozzi


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
29 lug 2020

Buongiorno,
è possibile richiedere un risarcimento danni in Italia in quanto Sua suocera è residente in Italia.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo
(Cell. 3280999150)