utente 2549
03 lug 2020
tutela della persona

Messaggi su sito di incontri con minacce di denuncia

Buonasera In un sito di incontri chiedevano foto del viso. Sapendo delle truffe e ricatti possibili, ho scritto il mio pensiero con ironia: "Ma secondo te un Vero Bel ragazzo invia foto cosi.....a nu cess i omm!!! Che avrai sicuro quasi 60anni. Ma vai Che se faccio un indagine con i miei colleghi vi arrestiamo e magari siete proprio voi che state ricattando la gente". Ho notato subito un'alterazione nella sua risposta e il sospetto inizia a crescere. Per vedere la sua reazione ulteriormente gli ho scritto che ero un Ufficiale, della PS, da lì tutto ha preso un verso preoccupante, sembrava toccato in pieno, pur scrivendo che non si doveva preoccupare assolutamente e di star tranquillo se era una persona a posto. (Poi nei dettagli ho le mail scambiate con quest'utente). Dice che ha fatto Querela nei miei confronti, oggi pomeriggio, invitandomi di andare a Torino alla polizia postale di via Tassoni dall'ispettore A. Ora mi sapete dire come e se mi devo tutelare. Se c'è stato reato (involontario) da parte mia? p.s. il signore dell'annuncio ha cancellato dal sito tutto. Comunque avevo preso i dati identificativi dell'inserzione. Grazie Saluti
Risposte degli avvocati

Buongiorno, il mio consiglio è di non andare a nessun appuntamento, specie con persone che non conosce. Se la Polizia Postale volesse sentirla, si farà viva con mezzi ufficiali. Bisognerebbe leggere il contenuto delle email per dire se siano ipotizzabili estremi di reati. Arrogarsii il titolo di Pubblico Ufficiale potrebbe configurare la fattispecie di "Usurpazione di titoli o di onori", che però è ora mero illecito amministrativo. Mi faccia sapere se ha bisogno. Un cordiale saluto. Avv. Roberto Mordà