utente 1648
13 mag 2020
tutela della persona

Problemi affitto e riparazioni

Buongiorno volevo chiedere un informazione. Io vivo in affitto e in data 27 marzo è saltato il salvavita di casa e il proprietario evita in continuazione di farlo mettere a posto compreso un rondini di cavi elettrici che ha aperto e rotto il proprietario.. io vivo con la mia compagna e una bambina di 4 anni.. Adesso che sono senza salvavita in casa ho oltretutto paura di utilizzare forno e lavatrice e ci facciamo aiutare dai miei suoceri che per fortuna abitano vicino a noi.. come posso comportarmi per questo grave disagio arrecato e che comunque ci limita la vivibilità della casa?
Risposte degli avvocati
fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
13 mag 2020

Buongiorno, l'art. 1576 c.c. stabilisce quali sono le riparazioni che sono a carico del locatore. Fermo restando che le parti possono inserire nel contratto anche clausole diverse, sono di norma a carico del locatore le riparazioni relative agli impianti interni alla struttura dell'immobile (elettrico, idrico, termico). Se l'esecuzione della riparazione si protrae per oltre 20 gg, il conduttore ha diritto ad ottenere una riduzione del canone proporzionata all'intera durata della riparazione stessa. Nel caso da Lei descritto, è il proprietario che deve ottemperare alla riparazione! Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente. Avv. Fabio Casaburo (Cell. 3280999150)


vanessa valeria vianello
Avvocato civilista
Milano
13 mag 2020

Buongiorno, premettendo che spetta al proprietario intervenire quanto prima a tutela altresì della salute e incolumità degli inquilini, Le consiglio di far inviare da un avvocato una lettera di diffida e contestazione da un avvocato, ciò affinchè si possa intimare il proprietario a intervenire quanto prima. Se interessato, mi contatti privatamente al n. 345/2146424 o via mail al vv.vianello()gmail.com. Sarò lieta di rimetterLe un preventivo gratuito per intervenire. Opero in provincia di Milano e Varese. Cordiali saluti Avv. Vanessa Vianello


valeria pietra
Avvocato civilista
Pavia
13 mag 2020

Buongiorno, è opportuno procedere con lettera formale a mezzo legale con cui diffidare il proprietario dal procedere alla sostituzione, salvo che il contratto di locazione non ponga espressamente i costi della sostituzione a suo carico. Sono a sua disposizione per fornirle assistenza legale in merito, mi può contattare tramite il sito www.avvocatopietravaleria.it. Cordiali saluti