Utente 3651

09 set 2020
tutela della persona

Processo civile interrotto per morte: ne sono responsabili gli eredi?

Buongiorno, cerco di essere breve: processo civile di secondo grado in corte di appello interrotto per morte di una parte.
Controparte procede con il ricorso per riassunzione entro 3 mesi, ma l’avvocato difensore della parte deceduta non ha ancora avvertito gli eredi. La causa può proseguire senza che questi siano stati avvertiti?
Sono obbligati gli eredi a rispondere delle cause pendenti o possono tutelarsi in qualche modo?

Risposte degli avvocati

l'avv. deve avvetire.in realtà l'avv. avrebbe dovto notificare la riassunzione anche agli eredi


09 set 2020

Buonasera,
una volta che la morte di una parte costituita sia legalmente nota nel processo, questo si interrompe e la riassunzione può essere notificata agli eredi collettivamente e impersonalmente nell'ultimo domicilio del defunto o ad ogni singolo erede alla propria residenza. La notifica è stata fatta alle parti direttamente o presso l'avvocato?
Cordiali saluti
Avv. Giorgio Rocca