utente 3142
05 ago 2020
tutela della persona

SUBAFFITTO CASA POPOLARE

Salve, colgo l'occasione per complimentarmi dei vostri servizi. La mia richiesta riguarda un fatto concreto. Tizio, con minori a carico, ha subaffittato un alloggio popolare, assegnato a suo nome, a Caio. Caio vive con un minore di anni 18, senza residenza fissa nella città in questione o domicilio in quell'appartamento. Tizio non cambia residenza o domicilio ma rimane titolare dell'alloggio semplicemente trasferendosi con i minori a casa della nuova compagna. Caio paga in nero mensilmente l'affitto stabilito dalle parti ( rigorosamente tutto in nero ovvero in contanti ) senza tralasciare alcun pagamento. Tizio, assegnatario dell'alloggio, un giorno senza alcun preavviso contatta Caio per rivendicare l'alloggio poichè cacciato di casa dalla nuova compagna. Quali diritti ha Caio per evitare di essere "sfrattati" dal reale assegnatario della casa? Caio non ha prove in merito al subaffitto se non l'allacciamento della corrente a suo nome e svariati testimoni che hanno constatato la sua reale presenza all'interno della casa. Cosa rischia Tizio e cosa rischia Caio? Caio con minore a carico cosa può fare per non finire fuori casa? Ringrazio anticipatamente, Distinti Saluti. C.C.
Risposte degli avvocati

Buongiorno, poichè tra le parti non esiste un regolare contratto di affitto di immobile, Caio se non ottempera alle richieste di riconsegna dell'immobile, potrebbe incorrere in una denuncia di occupazione abusiva di immobile. Converrebbe che le parti si accordassero tra di loro, per trovare una pacifica soluzione alla questione. Avv. Chiara Labrozzi


Gentile signore, già il fatto del subaffitto comporta la perdita del diritto all'alloggio popolare. Inoltre, vi è la probabilità che la condotta posta in essere dell'assegnatario integri anche talune fattispecie delittuose per le quali sono previste pene di un certo rilievo. Chi ha abitato l'alloggio sino a questo momento, dovrà lasciarlo. Cordialmente. Avv. Davide Interrante