Utente 19300

30 nov 2022
tutela della persona

Tutela legale interdetto: informazioni

Buongiorno, chiedo un parere su questa specifica situazione:i coniugi A e B sono in comunione dei beni. Il coniuge B eredita un immobile che desidera conservare per lasciarlo ai figli anche se il coniuge A non è d’accordo.
Con il tempo il coniuge B si ammala ed è necessario ricorrere all’interdizione e alla nomina di un tutore.
Prima che intervenga il tutore nominato dal giudice, il coniuge A preleva (e occulta) quanto depositato nel conto corrente cointestato con il coniuge B “creando” quindi una situazione di emergenza per costringere successivamente il tutore alla vendita dell’immobile del coniuge B per avere le risorse necessarie all’assistenza dello stesso.
Domanda:
- il tutore può accedere ai movimenti del conto corrente precedenti alla sua nomina per accertare i fatti? In tal caso, può fare qualcosa per ripristinare la situazione?
- è possibile da parte dei figli intervenire in qualche modo prima che questo avvenga?
Grazie

Risposte degli avvocati

elena armenio
Avvocato civilista
Brescia
30 nov 2022

Buongiorno.,
certamente il tutore può richiedere i movimenti del conto corrente ed eventualmente agire per conto dell'invalido con un'azione di rivendicazione del conto cointestato.
C'è la possibilità di intervenire anche per altri parenti.
Resto a disposizione per chiarimenti o approfondimenti, trova i miei contatti e l'accesso alla consulenza sul profilo. Un cordiale saluto
Avv. Elena Armenio