Acquisto di merce difettosa e onere di denuncia tempestiva

L’acquisto di merce difettosa tra commercianti onera l’acquirente, che voglia ottenere la restituzione di quanto pagato, a denunciare i vizi della cosa entro otto giorni dalla scoperta; in caso, contrario, la mancata denuncia entro il termine indicato decorrente dalla scoperta dei vizi, obbliga l’acquirente a pagarne ugualmente il prezzo o, comunque, a perdere il diritto ad ottenere la restituzione di quanto eventualmente già pagato.

 

Domanda

Buonasera, sono una negoziante e all’inizio di aprile ho acquistato della bigiotteria da un’azienda con pagamento a 60 gg fine mese. Dopo qualche tempo parte della fornitura si è rivelata difettosa e accordandomi con la parte venditrice, mi è stata sostituita. Ma la merce continuava e continua a essermi riportata indietro da clienti in quanto continua a presentare difetti. Io ho contattato i signori dicendo loro che non ho intenzione di pagare una merce difettosa e che cmq mi hanno creato dei danni di immagine (le mie clienti non comprano più quella marca), e loro per tutta risposta mi fanno scrivere da un avvocato che mi intima il pagamento del totale più 150 euro per ritardi del pagamento dicendomi che sono decorsi i termini per un reclamo o resa della merce Cosa posso fare? Devo davvero pagare qualcosa che risulta invendibile? Grazie

Risposta

Gentile Omissis,
nel caso in cui si acquisti della merce difettosa, l’acquirente di regola ha l’onere di denunciarne i vizi entro otto giorni dalla scoperta. Tale termine opera in tutti i casi in cui la legge non disponga espressamente un termine diverso: ad esempio nel caso di acquisto da parte di un consumatore finale il termine massimo per la denuncia è di 60 giorni. Pertanto, in tutti gli altri casi in cui non sia stabilito diversamente, i vizi devono essere denunciati entro 8 giorni dalla scoperta (ciò vale, ad esempio, nei rapporti tra commercianti). Tale denuncia può essere fatta senza particolari formalità, anche per via telefonica, purché il compratore sia in grado di fornire la prova, in caso di contestazioni, di avere comunicato al venditore la presenza dei vizi entro il suddetto termine. Per cui, Lei può opporsi alla richiesta di pagamento adducendo di aver fatto tempestiva denuncia entro otto giorni (se così è stato); in caso contrario dovrà provvedere al pagamento.
Cordiali Saluti

LEGGI PURE:  Che succede se il testimone citato non compare all'udienza