utente 3818
24 set 2020
patrimonio

Debiti e vendita della casa: cosa rischio?

Il mio problema.io mio compagno aveva un bar ,il padre faceva tutto, nella contabilita e finanziamenti, il mio compagno si fidava purtroppo del padre ha messo in garanzia la villa, con la banca tralasciando il debito della precedente attiva di lavanderia.la società è di 95%il mio compagno,1%il padre venale e avevano una dipendente a tempo determinato. poi con la chiusura delle slot machine, il padre ha avuto l'idea di licenziare la dipendente e darmi il 4%a me, ora solo so per fregarmi purtroppo. poi io mi sono imposta di mettermi in regola ,quindi sono stata un anno socia senza che mi venisse diviso il fatturato, poi dipendente senza stipendio, infatti ho fatto dai sindacati un accordo scritto con il mio compagno che ora è indietro con le rate perché lavora con agenzie e quindi non sempre. ora il padre vuole vendere la villa, quindi lui vuole pagare solo la sua piccola percentuale di debiti lasciando il figlio che è il mio compagno nei debiti, invece di aiutarlo vuole tenersi i rimanenti soldi ,la sorella del mio compagno vuole la sua parte, calcolando che tutte e tre hanno firmato in banca la garanzia con la casa per il mutuo del bar, al momento il debito della banca ammonta a 10.000mila euro.la villa è stata valutata 330.000mila euro. quindi il pensiero del padre è pagare i debiti dell'attività precedente al bar che ha lasciato, visto che amministrava lui e la banca, perché era dentro al 5%.il resto che ammonta a circa 150.000mila euro vuole lasciare a me che oltretutto quando hanno acquistato il bar non mi conoscevano nemmeno e al mio compagno i debiti, in quanto anche se io ho chiesto al padre di uscire dalla società ha fatto lo gnorri cosi che ricadessero i loro debiti su di me. ora la società non è operativa ma non chiusa. premetto che prima della vendita io vorrei in qualche modo legale chiaramente uscire dalla società e fare impegnare con uno scritto il padre ad aiutare il figlio a pagare i debiti in quanto le decisioni e i casini vari li ha fatti lui.il mioda compagno non vuole firmare la vendita se non ha una garanzia scritta dei pagamenti dei debiti.tenga presente che io ho perso il lavoro non per colpa mia ora,ma per il covid.ho però un appartamentino non nuovo,mail che giustamente i miei figli e mio nipote dovranno isofruire senza che per colpa di quell'avido e imbroglione di uomo me lo fa portare via,il mio compagno il figlio lavoro con agenzie finche lo chiamano.il padre venale è pensionato.come possiamo fare?
Risposte degli avvocati
fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
24 set 2020

Buonasera Signora, la questione meriterebbe di essere approfondita. Se necessita, anche solo di una consulenza, mi può contattare senza impegno. Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente. Avv. Fabio Casaburo (Cell. 3280999150)