utente 3833
25 set 2020
diritto del lavoro

Furto sul lavoro: devo per forza denunciarlo?

Lavorando in un ospedale privato, nell'ufficio contabilità, ho riscontrato la "sparizione" di oltre 2500 euro da una busta con gli incassi giornalieri di un altro ufficio; tale busta è stata consegnata nelle mie mani dentro un raccoglitore più grande, e quando l'ho aperta ho trovato gli assegni nella busta ma non il contante. A questo punto, siamo in più dipendenti che potremmo essere sospettati di furto. L'ospedale pare che svolgerà una indagine interna, ma io non sono tenuta a denunciare alle forze dell'ordine l'accaduto? Se un giorno venissi denunciata per furto, come potrei giustificarmi con le forza dell'ordine per non aver denunciato il furto?
Risposte degli avvocati
giuseppe anfuso
Avvocato civilista
Sinagra
25 set 2020

Buona sera, la questione centrale non riguarda tanto il presunto furto di denaro, ma la riconducibilità del controllo nella busta, all'interno delle mansioni che le sono state contrattualmente attribuite. Qualora la condotta rientrasse nelle mansioni che le sono proprie, dovrebbe segnalare l'assenza delle somme al preposto, che avvierà la procedura interna di accertamento e di intervento sull'accaduto. Cordiali saluti.