utente 3837
26 set 2020
diritto di famiglia

Separazione: come comportarsi?

Mi chiamo Ilaria sono una donna di 37 anni sposata da 15 anni con tre figli minori di 15 anni, 7 anni e 16 mesi. Non sono più innamorata di mio marito e vorrei avere una consulenza per sapere come potermi muovere. Noi siamo sposati solo in chiesa con la separazione dei beni. Premetto che io ho un lavoro part time da 24 ore lui invece ditta individuale. In passato quando la nostra situazione sentimentale andava bene mi sono accollata io varie rate di finanziamenti tutte a mio nome e tutte sul mio stipendio. Certo lui paga il resto l'affitto di casa del suo negozio, necessita materiale oppure vestiario per i bimbi lui c'è. Però il nostro rapporto si è rotto e io voglio chiedere la separazione. Ma vorrei avere alcune informazioni. 1- vorrei sapere quanto mantenimento mi deve per i miei figli? 2-viviamo in una villetta a schiera dove pago 500 euro d'affitto intestata a me( e vorrei sapere se io posso al momento continuare a stare qui, quindi che lui se ne vada mah... (non ha intenzione di andarsene ha detto che sono io a doverlo fare ma io proprio non posso) 3- abbiamo una macchina che deve essere finita di pagare dove il finanziamento è intestato a me e sia io che lui siamo intestatari e mio suocero ha fatto da garante.... 4- vorrei sapere come suddividere le spese per i nostri figli. Insomma come comportarmi per tutelare me e i miei bambini.
Risposte degli avvocati
fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
28 set 2020

Gentile Signora Ilaria, per risponderLe adeguatamente, oltre ad approfondire la questione, bisogna capire se ci sono i presupposti per raggiungere o meno un accordo con Suo marito. L'ordinamento prevede due tipi di procedure: consensuale o giudiziale Se necessita, anche solo di una consulenza, mi può contattare senza impegno. Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente. Avv. Fabio Casaburo (Cell. 3280999150)


valeria pietra
Avvocato civilista
26 set 2020

Buongiorno signora, la risposta alle sue domande è strettamente connessa a che si ad divenga ad una separazione consensuale con suo marito oppure no, e le due procedure divergono quanto a modalità, tempi e costi. Sono a sua disposizione per fornirle assistenza legale in merito, mi può contattare ai recapiti che trova sul mio profilo. Cordiali saluti Avv. Valeria Pietra


giuseppe anfuso
Avvocato civilista
Sinagra
26 set 2020

Buongiorno, in assenza di un accordo tra i separandi, provvederà il giudice a dettare le regole da rispettare dopo la separazione, adottando il criterio dell'equità. Le consiglio di trovare un accordo con suo marito in merito alla separazione, e di formalizzarlo. Qualora non lo trovasse, potrà procedere con la separazione giudiziale e dovrà affidarsi al suo legale ed al giudice, che adotterà le soluzioni che lui riterrà eque. Cordiali saluti.


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
26 set 2020

Gentile utente, se ha bisogno può contattarmi privatamente oppure può richiedere una CONSULENZA DIRETTA CLICCANDO SUL MIO PROFILO. Cordialmente