utente 4089
22 ott 2020
altro

Denuncia per rischio malattie cardiache: rischio qualcosa?

Avrei una domanda in merito a una situazione che mi sta capitando in questo periodo. Abbindolata da continui ricatti morali e momenti di esaltazione da parte di un titolare di una attività di volontariato, a inizio dell'anno, insieme a un collega, abbiamo dichiarato a voce al proprietario, (che da tempo voleva lasciar l'attività, ma è poi rimasto su nostra richiesta perchè non conoscevamo ancora tutto il necessario per poterla portare avanti da soli) di voler prendere la responsabilità di portare avanti l'attività stessa. Io personalmente non ho mai accettato direttamente la cosa, non ho mai proferito parola in merito ma sono stata inclusa nell'affermazione dal mio collega. Per iscritto, da parte mia non risulta niente, non ci sono dichiarazioni scritte, non ci sono contratti firmati e quant'altro. Da inizio anno però io ho espresso più volte la mia volontà di andarmene, ma come dicevo, mi sono lasciata abbindolare da ricatti morali, minacce di denunce (a detta del proprietario, per danni morali e fisici- causa di malattie cardiache provocate dallo stress del lavorare con noi - a detta sua) e appunto sono stata raggirata anche sul fatto emozionale, facendomi sentire la persona migliore per questo lavoro quando poi di fatto io non voglio farlo. Quindi a distanza di quasi un anno sono ancora legata e obbligata a seguire questa attività di volontariato. E' una situazione complicata e io non riesco ad uscirne, in parte perchè sono legata affettivamente alle persone coinvolte, in parte perchè non so a cosa vado incontro e non so se il proprietario può procedere con una eventuale denuncia nei miei confronti. In quel caso, sarei anche disposta ad affrontare la cosa, ma volevo avere qualche informazione in più sul caso, per quanto possibile.
Risposte degli avvocati
antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
22 ott 2020

Gentile utente, da quel che ha descritto non sembrano esserci motivi che le impediscano di abbandonare l'attività. Però naturalmente occorrerebbe approfondire, per meglio valutare eventuali dettagli omessi. Cordiali saluti