utente 5087
12 gen 2021
diritto societario e commerciale

Recesso contratto di abbonamento

Salve, vi scrivo per richiedervi un parere legale legato ad una questione commerciale. Nell ottobre 2020 ho sottoscritto un abbonamento annuale presso una palestra della mia città. Il contratto prevede la dilazione di un abbonamento annuale con pagamento mensile della quota, pagamento effettuato automaticamente tramite IBAN. Dopo circa due mesi tutte le palestre sono state chiuse per il COVID. La palestra si è rifiutata di sospendere i pagamenti mensili informandomi che le mensilita in cui non godrò del servizio mi verranno rimborsate tramite voucher. Ad oggi le palestre non sono ancora aperte e io non ho più interesse nell'attendere la riapertura. Ho richiesto quindi le condizioni di recesso alla palestra (in quanto non sono presenti sul contratto) che mi ha riposto che non è possibile recedere al contratto perchè l'abbonamento annuale è vincolante per tutta la sua durata. La mia domanda è quindi la seguente: visto che non ho più interesse nell'attendere la riapertura delle palestre posso richiedere comunque il recesso appellendomi all'articolo 1464 del codice civile: "L’obbligazione si estingue quando, per una causa non imputabile al debitore, la prestazione diventa impossibile. Se l’impossibilità è solo temporanea, il debitore finché essa perdura, non è responsabile del ritardo nell’adempimento. Tuttavia l’obbligazione si estingue se l’impossibilità perdura fino a quando, in relazione al titolo dell’obbligazione o alla natura dell’oggetto, il debitore non può più essere ritenuto obbligato a eseguire la prestazione ovvero il creditore non ha più interesse a conseguirla". Ringraziando.
Risposte degli avvocati
avvocato dequo
Avvocato civilista
13 gen 2021

Buongiorno, il decreto rilancio prevedeva la possibilità di chiedere il Rimborso delle rate pagate. Alla luce della nuova sospensione ritengo vi siano gli estremi per chiedere la risoluzione del contratto. Resto a disposizione per un confronto in privato. Cordiali saluti.


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
12 gen 2021

Buongiorno, certo, può recedere per impossibilità sopravvenuta della prestazione . Inoltre, Lei non è tenuto ad accettare i voucher, in quanto ha il diritto di ottenere il relativo rimborso. Provveda, dunque, ad inviare comunicazione formale di diffida alla palestra nella quale richiede il relativo rimborso. Se ha necessità, anche solo per una consulenza, mi può contattare senza impegno ai recapiti indicati nel mio profilo. Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente. Avv. Fabio Casaburo


mariacristina greco
Avvocato civilista
12 gen 2021

Buongiorno, le confermo che normativa da Lei richiamata è sicuramente applicabile al Suo caso per attuare il recesso. La informo, inoltre, che in virtù di un decreto emesso nel periodo emergenziale è facoltà del cliente accettare o meno l'emissione di un vaucher e/o il rimborso delle quote per i periodi di chiusura. Sarò lieta di assisterla qualora decidesse di procedere in tal senso. A presto, Avv. Mariacristina Greco