utente 6174
05 apr 2021
successioni e donazioni

Donazione a figli o nipote: come fare

Buondì. Sono una vedova di quasi 83 anni, accudita dal mio secondogenito. Lo scorso febbraio ho venduto la mia vecchia casa di proprietà, dove vivo con quel mio figlio, a circa centomila euro. Avendo deciso di donargli quella casa, si è stabilito, insieme al primogenito, di dare il ricavato della vendita proprio al figlio che vive con me, per consentirgli di acquistare una casa di prezzo minore, ma più grande, in cui vivremo ancora insieme, e tenere per sé il resto della cifra. Premetto che, alla morte di mio marito, era stato redatto l'atto di successione, quindi le quote sarebbero state di 2/3 per me e di 1/6 ciascuno per i miei due figli. Il primogenito, sposato e sistemato da tempo, si è accordato invece per ricevere la donazione del 50% della casa della mia defunta sorella, ereditata appunto per metà da me e per metà da un'altra sorella. Adesso però mio figlio, che ha già una casa di proprietà, mi ha chiesto di fare la donazione direttamente a sua figlia, mia nipote, facendo firmare davanti ad un notaio entrambi i miei figli per rinunciare all'eredità, onde evitare di pagare IMU e di avere una ricchezza eccessiva. A questo punto mi chiedo - e vi chiedo - considerato che i miei figli faranno una rinuncia notarile di quella mezza casa per darne possesso a mia nipote: 1) il mio figlio maggiore potrebbe reclamare la legittima sui centomila euro dati al mio figlio minore, in quanto quel 50% della seconda casa non gli è stato legalmente donato in modo diretto? 2) poiché il denaro della vendita della prima casa è stato tracciato da bonifici, e quindi è chiaro e conclamato che il mio figlio minore ha ricevuto quei centomila euro, mentre il mio figlio maggiore no (avendo avuto anche il diritto di reclamare un sesto di quella cifra, per l'eredità del padre, alla quale avrebbe rinunciato solo verbalmente, ma non legalmente e per iscritto), potrebbe dopo la mia morte chiedere del denaro o parte della nuova casa all'altro figlio? 3) Dato che la donazione direttamente a mia nipote, per rinuncia dei miei figli, sarà fatta fra una settimana, mi consigliate di farla serenamente o di avere comunque qualche minimo accorgimento per tutelare il mio figlio minore, che fra l'altro si è sempre occupato di me, anche a scapito della sua stessa sistemazione e di una famiglia propria? Grazie.
Risposte degli avvocati
prof. avv. domenico lamanna di salvo
Avvocato matrimonialista
Bari
05 apr 2021

Gentile Signora, premesso che La Sua richiesta merita di essere accuratamente approfondita, pertanto Le comunico che gli accordi verbali non hanno alcuna valenza, sconsigliatissimi. E' opportuno sicuramente avvalersi d i una tutela notarile / legale. Per una consulenza può contattarmi ai recapiti presenti sul mio profilo al fine di concordare una conference call. Cordiali Saluti Prof. Avv. Domenico Lamanna Di Salvo MILANO - BARI