utente 6183
06 apr 2021
successioni e donazioni

Eredità: c'è solo un modo di interpretare il testamento?

Buongiorno avvocato, non so se è la categoria giusta, la mia richiesta è che abbiamo ottenuto dal nonno in eredità un immobile, in quanto anche nostro padre deceduto e dobbiamo fare la successione che abbiamo già avviato ad ottobre 2020 però per causa covid certi uffici non ricevono e quindi tutto telematico ed i certificati sono a rilento nel richiederli, il problema è che con noi 3 fratelli c'è anche una zia la quale non vuole attendere ed è andata da un avvocato che farebbe da tramite per chiederci cosa voliamo fare tramite lettera che abbiamo già ricevuto , unica cosa che noi potremmo rispondere che la compravendita tra parenti non riusciamo a farla perchè noi siamo già a posto con mutui e case e che possa attendere la fine sucessione e poi venderà, credo che come risposta possa andare oppure no? In più le vorrei chiedere se la zia va da un giudice dovremmo anche noi subire ulteriori pagamenti da fare al giudice? ci può obbligare ad andare da esso e pagare? Anche perchè a questo punto noi siamo anche disposti a lasciargli tutto in 2 anni non ne possiamo più di tutti i dispetti che ci ha fatto forse sbaglieremo ma a noi non serve immobile e nemmeno vorremo pagare ulteriori spese . Spero che con tutto scritto sia riuscito a farmi capire. Nel ringraziare in anticipo per una sua gradita risposta
Risposte degli avvocati
prof. avv. domenico lamanna di salvo
Avvocato matrimonialista
Bari
06 apr 2021

Gentile Utente, premesso che la Sua richiesta merita un accurato approfondimento, il testamento può essere impugnato. Per maggiori informazioni è opportuno approfondire, pertanto La invito a richiedere una consulenza e/o contattarmi ai recapiti presenti sul mio profilo al fine di concordare una conference call. Cordiali Saluti PROF. AVV. DOMENICO LAMANNA DI SALVO MILANO - BARI