Cosa succede se l’ex marito non paga il mantenimento

Il mio ex marito, da cui mi sono separata circa un anno fa, non paga mai puntualmente l’assegno di mantenimento, inoltre mi da sempre meno rispetto ai 600 euro al mese stabiliti dal giudice, da tre mesi addirittura non ci da niente! Io faccio lavoretti saltuari, mi arrangio come posso, cercando di mantenere me e i miei due figli, cosa posso fare? Grazie, L.

Risposta legale

Se suo marito gode di uno stipendio mensile può chiedere al giudice una modifica delle condizioni di separazione e chiedere che l’importo corrispondente all’ammontare dell’assegno di mantenimento venga decurtato dallo stipendio e versato direttamente a lei dal datore di lavoro di suo marito. Altrimenti, può agire con un procedimento di esecuzione forzata del suo credito, tramite pignoramento dei beni dell’ex marito o un pignoramento presso terzi. Inoltre, se con tale inadempimento il suo ex marito fa mancare a lei ed ai suoi figli i primari mezzi di sostentamento vi sono i presupposti per il sorgere di una responsabilità penale a suo carico, invero il combinato disposto degli artt. 12 sexies legge n. 898/1970 (legge sul divorzio) e l’art. 570 c.p. punisce colui che, sottraendosi ai doveri inerenti la potestà genitoriale tramite la mancata corresponsione dell’assegno di mantenimento, priva i figli dei necessari mezzi di sussistenza.

Argomenti che potrebbero interessarti: l’addebito della separazione, assegno di mantenimento al coniuge, il mantenimento dei figli minori e dei maggiorenni economicamente non autosufficienti.

LEGGI PURE:  Il divorzio breve