assegnazione casa coniugale

A quale dei coniugi viene assegnata la casa coniugale dopo la separazione

Salve, io e mio marito ci stiamo separando perchè non andiamo più d’accordo già da un pò, abbiamo due figli piccoli uno di 8 e l’altro di 15, abbiamo soltanto una casa in comunione legale in cui abbiamo vissuto sino ad ora, ma né io né lui vogliamo lasciarla perchè sarebbe troppo dispendioso per tutti e due pagare un affitto mensile. La mia domanda è: a chi tocca la casa dopo la separazione? Grazie per la risposta

Risposta

Gentile signora, la casa coniugale viene assegnata dal giudice della separazione sulla base di un criterio fondamentale: la tutela dell’interesse primario dei figli. La finalità del provvedimento di assegnazione della casa coniugale, infatti, è quella di garantire al residuo nucleo familiare di continuare a vivere nello stesso ambiente in cui si è sino a quel momento svolta la vita familiare. Di conseguenza, se i figli saranno collocati presso di lei, il giudice disporrà l’assegnazione della casa familiare a suo favore, in qualità di madre collocataria di prole minore. Un altro criterio seguito dai giudici è rappresentato dal reddito, secondo cui la casa viene assegnata al coniuge che non abbia un reddito adeguato, ma il principale rimane quello della tutela del superiore interesse dei figli.

LEGGI PURE:  Donazioni fatte in vita dal de cuius