massimo romolotti
Avvocato civilista
18 Numero di risposte
Reggio nell'Emilia, Italia

Su di me

Vivo e lavoro a Reggio Emilia dove svolgo la professione di avvocato, cassazionista, ma anche di mediatore civile e commerciale ed arbitro.
Nel 2014 ho fondato lo studio Romolotti Caffarri Avvocati Associati
Mi occupo di problematiche legali relative al mondo delle imprese ed in particolare di contrattualistica, recupero dei crediti, della gestione tramite i modelli organizzativi, in outsourcing per vicende stragiudiziali che investono il mondo del commercio, del contenzioso societario, comprese le procedure concorsuali, attraverso una costante consulenza legale preventiva: dalla predisposizione della corrispondenza alla formulazione dei contratti, dai momenti modificativi dell’impresa, fino alla presa in carico delle posizioni.
Lo studio tratta la compilazione e l'invio telematico delle dichiarazioni di successione, sia per legge che testamentarie. Viene data consulenza in merito alla redazione di testamenti olografi, compreso il deposito il deposito in custodia presso il proprio studio.
Viene inoltre fornita consulenza in materia di amministrazione di sostegno e dei diritti della persona e precisamente: diritto al nome, diritto allo status familiare, diritto alla vita, diritto all'immagine e alla riservatezza.
Ha esercitato, e continua a esercitare, il ruolo di arbitro secondo un modello di professione che individua in tale strumento il miglior modo per risolvere le controversie, rispettando le esigenze delle imprese.
Credo che la mediazione possa contribuire a evitare il proliferare dei contenziosi se condotta con cura e competenza nell’esclusivo interesse delle parti contrapposte.
OBIETTIVI
Credo nella consulenza legale preventiva sia per le Imprese che per i Privati.
Credo che l’impostazione giuridica e di fatto dei problemi che mi vengono sottoposti debba essere di qualità nella comprensione di quale sia l’interesse del cliente che sia privato o impresa
Applico i sistemi ADR, acronimo che significa "Alternative Dispute Resolution" che contraddistingue un’eterogenea categoria di tecniche e procedimenti che hanno il vantaggio di permettere una veloce ed efficace risoluzione delle liti o conflitti.
Pratico la tenacia nell'esercizio della professione, valorizzando la capacità di prendermi carico dei problemi e di elaborarli fino alla soluzione finale, in altre parole credo nell’obbligazione di risultato e non solo di mezzi.
Ho sviluppato competenze comunicative e relazionali e capacità nel lavoro di gruppo per ottimizzare la prestazione professionale dell'avvocato rispetto alle esigenze dell'Impresa.
Credo che il futuro sia già nel quotidiano e che occorra una mentalità smart ed una competenza assoluta.

Una visione Smart della professione di avvocato deve tendere a:

Favorire il ruolo della consulenza preventiva
dell’avvocato sempre più coinvolto nei processi che portano al formare la decisione, affinchè la stessa, che solitamente prende corpo attraverso una forma contrattuale, o comunque attraverso l’adozione di un atto, riduca al minimo la possibilità dell’errore giuridico;
Favorire la soluzione delle controversie attraverso l’adozione nei contratti di clausole compromissorie che prevedano il deferimento concordato tra le parti contrattuali della soluzione della controversia all’Arbitrato, alla cosiddetta “Giustizia Alternativa”.

Una visione Smart della professione di avvocato deve tendere a:

Favorire il ruolo della consulenza preventiva
dell’avvocato sempre più coinvolto nei processi che portano al formare la decisione, affinchè la stessa, che solitamente prende corpo attraverso una forma contrattuale, o comunque attraverso l’adozione di un atto, riduca al minimo la possibilità dell’errore giuridico;
Favorire la soluzione delle controversie attraverso l’adozione nei contratti di clausole compromissorie che prevedano il deferimento concordato tra le parti contrattuali della soluzione della controversia all’Arbitrato, alla cosiddetta “Giustizia Alternativa”.

“Smart Lawyer” è l’avvocato:

che adotta il metodo di intervenire preventivamente con consulenza “ad hoc” potendo così svolgere anche una funzione sociale di prevenzione del contenzioso;
che si impegna a ridisegnare il perimetro della propria esistenza ed influenza in perfetta coerenza con gli scenari dei mutamenti socioeconomici che gli sono contemporanei;
che si prefigura un nuovo scenario nella relazione tra l’avvocato e il cliente con l’intento di rendere più “fattiva”, più “veloce”, più “intelligente”, più “Smart” appunto la prestazione del legale ed il rapporto con l’impresa;
che non esclude, ove previste, forme sussidiarie e alternative di risoluzione delle controversie, alle quali accedere liberamente ove lo si voglia.

“Smart Lawyer” è l’avvocato:

- che adotta il metodo di intervenire preventivamente con consulenza “ad hoc” potendo così svolgere anche una funzione sociale di prevenzione del contenzioso;
- che si impegna a ridisegnare il perimetro della propria esistenza ed influenza in perfetta coerenza con gli scenari dei mutamenti socioeconomici che gli sono contemporanei;
- che si prefigura un nuovo scenario nella relazione tra l’avvocato e il cliente con l’intento di rendere più “fattiva”, più “veloce”, più “intelligente”, più “Smart” appunto la prestazione del legale ed il rapporto con l’impresa;
- che non esclude, ove previste, forme sussidiarie e alternative di risoluzione delle controversie, alle quali accedere liberamente ove lo si voglia.
I