22 set 2021
Bonus e Agevolazioni statali

Bonus rottamazione TV senza ISEE 2021

Cos'è e come si richiede il bonus rottamazione TV senza ISEE e quali sono le differenze rispetto al bonus TV con ISEE, beneficio con il quale il nuovo contributo è cumulabile.

In vista del passaggio al nuovo digitale terrestre, sarà necessario verificare di essere in possesso di un televisore o di un decoder in grado di ricevere e trasmettere il segnale. 

In caso contrario, si dovrà acquistare una TV o un decoder che sia conforme al nuovo standard. 

Per permettere a tutte le famiglie italiane di poter comprare un dispositivo di ultima generazione, il Governo ha stanziato due diverse tipologie di bonus, cumulabili tra loro:


Vediamo di seguito in cosa consiste il secondo beneficio, analizzando come funziona e come richiederlo


Bonus rottamazione TV senza limiti di reddito


Di recente, abbiamo parlato del bonus TV del valore di 30 euro, che permetterà alle famiglie con un ISEE inferiore ai 20.000 euro di ricevere uno sconto sull’acquisto di un nuovo televisore o decoder. 

A questo contributo, si aggiunge il cosiddetto bonus rottamazione TV senza ISEE, con il quale sarà riconosciuto uno sconto pari al 20% sull’acquisto di un nuovo televisore, fino a un massimo di 100 euro

Il decreto attuativo che ha portato all’introduzione del bonus rottamazione TV è stato firmato dal Ministero per lo Sviluppo Economico il 5 luglio 2021: chiunque abbia in casa un device comprato prima del 22 dicembre 2018, potrà sostituirlo approfittando di questa agevolazione. 

bonus rottamazione tv senza isee

Requisiti


Qual è la procedura da seguire per poter accedere al bonus rottamazione TV senza ISEE e ottenere, così, uno sconto fino a 100 euro? Intanto, è vero che l’agevolazione è per tutti, ma bisognerà comunque essere in possesso di alcuni requisiti. 

Nello specifico:

  1. si dovrà avere la residenza in Italia;
  2. avere un televisore comprato prima del 22 dicembre 2018 da rottamare;
  3. essere in regola con i pagamenti del canone Rai.

Sarà possibile ricevere un solo bonus per singolo nucleo familiare, a prescindere dal numero di televisori e decoder che si hanno in casa. 

Come richiederlo


Il bonus rottamazione TV potrà essere richiesto secondo due modalità differenti: la prima consiste nel consegnare il televisore da rottamare presso il negozio in cui si ha intenzione di acquistare un nuovo dispositivo. 

Il venditore applicherà lo sconto previsto dal bonus e si occuperà di smaltire il vecchio apparecchio, ricevendo in seguito un credito fiscale per lo sconto applicato. 

La seconda consiste nel portare il vecchio televisore presso un’isola ecologica autorizzata: si riceverà un modulo che dovrà essere consegnato al rivenditore al momento dell’acquisto del nuovo apparecchio TV, al fine di ottenere la riduzione prevista. 

Tale modulo dovrà essere firmato dal rivenditore o dall’addetto alla raccolta e dovrà essere consegnato in fase di acquisto assieme a una copia:

  1. del proprio documento d’identità;
  2. del proprio codice fiscale

bonus rottamazione tv senza isee

Quando arriva


Il bonus TV senza ISEE non consiste in un importo che sarà ricevuto dal richiedente sul conto corrente, ma in uno sconto che sarà applicato direttamente sull’acquisto di un nuovo televisore

Si potrà richiedere il contributo:


A questo proposito si consiglia di consultare l’elenco dei dispositivi idonei che è disponibile sul sito del Mise. 

Bonus rottamazione TV senza ISEE – Domande frequenti


Come richiedere il bonus TV 100 euro con rottamazione?

Il bonus TV con rottamazione senza ISEE potrà essere richiesto in presenza di alcune condizioni: scopri quali sono.

Come ottenere il bonus TV senza ISEE?

Il bonus TV senza ISEE è accessibile da chiunque abbia un televisore da rottamare in vista del passaggio al nuovo digitale terrestre, a prescindere dal proprio reddito.


Hai bisogno di una consulenza legale su questo argomento?
Invia la tua richiesta, hai a disposizione più di 1000 avvocati pronti a rispondere!