27 giu 2020
Diritto Penale

In quali Paesi l’omosessualità è un reato?

L’elenco dei Paesi in cui l’omosessualità è considerata un reato e quelli nei quali è stata depenalizzata.

I diritti LGBT





Nel corso del tempo le battaglie da parte della comunità LGBT, acronimo di lesbiche, gay, bisessuali o transgender, hanno portato all’approvazione di un numero sempre maggiore di diritti.





Dalle leggi contro la discriminazione e il bullismo omofobico si è passati pian piano al riconoscimento dell’omogenitorialità, alle leggi contro i crimini d’odio che generano violenza contro le persone LGBT basata unicamente sul pregiudizio fino ai matrimoni tra coppie dello stesso stesso, alle unioni civili, alle adozioni da parte di coppie omosessuali.





Nonostante tutti questi traguardi, c’è ancora molto da cambiare. L’omosessualità è infatti ancora un reato in troppi Paesi in giro per il mondo: vediamo di seguito quali sono e quali pene vengono applicate dalla legge. Analizziamo anche quali sono gli Stati nei quali, invece, l’omosessualità è stata depenalizzata nel corso del tempo. 







Il reato di omosessualità





Nel 2020 l’omosessualità è ancora un reato in ben 69 Paesi del mondo e 1 Stato, il Gabon, in cui è in corso la depenalizzazione: in alcuni viene punita soltanto l’omosessualità maschile, mentre quella femminile viene accettata. Le pene vanno, generalmente, dai 2 ai 15 anni di carcere, ma in alcuni Stati è previsto l’ergastolo o addirittura la pena di morte





I Paesi nei quali l’omosessualità è un reato sono i seguenti:





  1. Afghanistan, in cui viene accettata l’omosessualità femminile, mentre quella maschile viene punita con la pena di morte;
  2. Algeria, in cui è illegale dal 1962: viene punita con una pena da 6 mesi a 3 anni di carcere o multa da 1.000 a 10.000 dinari algerini;
  3. Antigua e Barbuda, in cui viene accettata l’omosessualità femminile, mentre quella maschile viene punita con 15 anni di carcere;
  4. Arabia Saudita, in cui sono previste detenzione, frustate o pena di morte;
  5. Bangladesh, in cui è punita fino a 10 anni di carcere;
  6. Barbados, in cui è punita con il carcere anche a vita;
  7. Bhutan, in cui è punita con 1 un anno di carcere, ma è in corso la depenalizzazione;
  8. Birmania, in cui è punita fino a 10 anni di carcere;
  9. Brunei, in cui è punita fino a 10 anni di carcere;
  10. Burundi, in cui è punita fino a 2 anni di carcere;
  11. Camerun, in cui è punita fino a 5 anni di carcere;
  12. Ciad, in cui è illegale dal 2017 ed è punita fino a 2 anni di carcere;
  13. Comore, in cui è punita fino a 5 anni di carcere;
  14. Dominica, in cui viene accettata l’omosessualità femminile, mentre quella maschile viene punita fino a 10 anni di carcere;
  15. Emirati Arabi Uniti, in cui è punita fino a 15 anni o con la pena di morte;
  16. Eritrea, in cui è punita fino a 7 anni di carcere;
  17. Etiopia, in cui è punita fino a 5 anni di carcere;
  18. Gabon, Stato il cui il 24 giugno 2020 il reato è stato depenalizzato dalla camera Bassa: si attende quindi il responso da parte del senato e l’approvazione del Presidente;
  19. Gambia, in cui punita con il carcere a vita;
  20. Ghana;
  21. Giamaica;
  22. Grenada, con pene fino a 10 anni di carcere;
  23. Guinea, con pene fino a 3 anni di carcere;
  24. Guyana, con pene fino a 10 anni di carcere, ma è in corso la decriminalizzazione;
  25. Isole Cook, con pene fino a 14 anni di prigione;
  26. Iran, dove si rischia la pena di morte;
  27. Isole Salomone;
  28. Kenya, in cui è punita fino a 14 anni di reclusione;
  29. Kiribati;
  30. Kuwait, con pene fino a 10 anni di carcere;
  31. Libano;
  32. Liberia, in cui è punita con un’ammenda;
  33. Libia, con pene fino a 5 anni di prigione;
  34. Malawi;
  35. Maldive, dove si rischia la pena di morte;
  36. Malesia, con pene fino a 20 anni di carcere;
  37. Marocco, con pene fino a 3 anni di carcere;
  38. Mauritania, dove si rischia la pena di morte;
  39. Mauritius, dove potrebbe essere legalizzata;
  40. Namibia, in cui è reato la sola omosessualità maschile;
  41. Nigeria, in cui è stata chiesta la parziale decriminalizzazione;
  42. Oman, con pene fino a 3 anni di carcere;
  43. Pakistan;
  44. Qatar, in cui è reato la sola omosessualità maschile;
  45. Palestina;
  46. Papua Nuova Guinea, in cui è illegale quella maschile;
  47. Saint Kitts e Nevis, in cui è reato la sola omosessualità maschile;
  48. Saint Vincent e Grenadine, con pene fino a 10 anni di carcere;
  49. Samoa, in cui è reato la sola omosessualità maschile;
  50. Santa Lucia, con pene fino a 10 anni;
  51. Senegal, con pene da 1 mese a 5 anni di prigione;
  52. Sierra Leone, in cui è reato la sola omosessualità maschile e si rischia l’ergastolo;
  53. Singapore, con pene fino a 2 anni, ma è stata proposta la decriminalizzazione;
  54. Siria;
  55. Somalia, dove si rischia la pena di morte;
  56. Sri Lanka, con pene fino a 10 anni di prigione, ma è stata proposta la decriminalizzazione;
  57. Sudan, con pene fino a 10 anni di carcere o la pena di morte;
  58. Sudan del Sud, con pene fino a 10 anni di carcere;
  59. Swaziland, in cui è vietata l’omosessualità maschile, ma il 25 giugno 2018 è stato celebrato il primo pride;
  60. Tanzania, con pene fino a 25 anni di carcere;
  61. Togo, con pene fino a 3 anni di carcere;
  62. Tonga, in cui è vietata soltanto l’omosessualità maschile;
  63. Tunisia, con pene fino a 3 anni;
  64. Turkmenistan, in cui è vietata soltanto l’omosessualità maschile, punita con pene fino a 2 anni;
  65. Tuvalu, in cui è vietata soltanto l’omosessualità maschile;
  66. Uganda;
  67. Uzbekistan, in cui è illegale fino a 3 anni per gli uomini;
  68. Yemen, dove si rischia la pena di morte;
  69. Zambia, con pene fino a 14 anni di prigione;
  70. Zimbabwe, con pene fino a 1 anno di prigione.




reato di omosessualità




L’omosessualità de facto





Egitto e Iraq sono due Stati nei quali è presente una situazione particolare, ovvero è in vigore l’omosessualità de facto





In Egitto i comportamenti sessuali tra persone dello stesso sesso non vengono menzionati in modo ufficiale dalle leggi, ma le persone LGBT possono essere condannate per depravazione, con pene fino a 17 anni





Una situazione simile è presente in Iraq in cui l’omosessualità non viene citata nel Codice Civile, ma può essere punita anche con la pena di morte





Un caso controverso è quello relativo all’Indonesia, nazione nella quale l’omosessualità non è un crimine se avviene in privato e fra adulti consenzienti. Nel 2003 fu proposta una legge che introduceva il reato di omosessualità con pene fino a 12 anni: sebbene la legge non fu approvata, fu data la possibilità ai governatori locali di applicare la legge islamica che vieta sia l’omosessualità sia il travestimento





La depenalizzazione del reato di omosessualità





Accanto agli Stati in cui l’omosessualità è ancora un reato, ce ne sono altri nei quali è stata depenalizzata o in cui il reato non è mai stato in vigore. In questo momento, l’unico continente nel quale l’omosessualità è legale in tutti i suoi Stati è l’Europa





Di seguito sono state elencate le date nelle quali l’omosessualità è stata depenalizzata nei varia Stati del mondo, suddivisi per continente di appartenenza. 





Europa









depenalizzazione




Africa









America









Asia









Oceania