04 set 2020
Consulenza

Come diventare console onorario

Qual è il ruolo del console e la differenza con la figura dell'ambasciatore.

Chi sono gli agenti consolari





Gli agenti consolari, chiamati comunemente consoli, sono dei funzionari di uno Stato che ne esercitano il diritto interno in uno Stato straniero, per concessione di quest’ultimo: le relazioni consolari tra Stati sono possibili grazie a un trattato internazionale, che prende il nome di convenzione consolare





I consoli vengono spesso confusi con i diplomatici, che sono figure ben diverse in quanto i consoli si occupano di diritto interno, di natura perlopiù amministrativa, mentre i diplomatici hanno a che fare con questioni di diritto internazionale, che spesso hanno natura politica





Tuttavia, quando uno Stato non ha consoli o agenti diplomatici che operano in un altro Stato, il console può assumere in via eccezionale alcune funzioni degli agenti diplomatici, e viceversa. Qual è l’iter da seguire nel caso in cui si fosse interessati alla carriera da consoli? Esaminiamo di seguito chi può diventare console e quali sono i requisiti previsti. 







La carriera del console





Il diritto internazionale prevede l’esistenza di ben 4 classi quando si parla di lavorare presso un consolato, sancite dall’articolo 8 della Convenzione di Vienna sulle relazioni consolari.  Si tratta della figura del:





  1. console generale;
  2. console;
  3. viceconsole;
  4. agente consolare.




Il console è un funzionario dipendente dal Ministero degli Affari Esteri o dal dicastero corrispondente e può essere fondamentalmente di due tipi:









Dove lavora il console





A seconda dell’importanza del luogo in cui opera, del numero di abitanti o della presenza di un porto commerciale, il console lavorerà presso un posto consolare che potrebbe essere:









L’insieme degli agenti consolari che operano per un determinato Stato prende il nome di corpo consolare, organo presieduto dal decano, che è il console di rango più elevato, ovvero quello con maggiore anzianità. 





console




Di cosa si occupa un console





L’attività dei consoli è disciplinata dalla Convenzione di Vienne del 24 aprile 1963, in base alla quale il console ha la funzione di:









Come anticipato, il console non ha a che fare con questioni di politica internazionale: questo ruolo è affidato alla figura dell’ambasciatore. Oltre alle funzioni meramente amministrative, i consolati si occupano di fare in modo che all’estero non vengano violati di diritti dei loro cittadini o venga limitata la loro libertà. 





Quali sono le immunità consolari





Chi svolge il ruolo di console è soggetto alle seguenti immunità consolari:









console




Come diventare console onorario





Per diventare ambasciatore e avere accesso alla carriera diplomatica è necessario partecipare al concorso indetto dal Ministero degli Affari Esteri: tra i requisiti fondamentali ci sono il possesso di una laurea in scienze politiche, giurisprudenza o relazioni internazionali. 





Per quanto riguarda il ruolo del console onorario, invece, si tratta di una posizione alla quale non si accede tramite concorsi: il console onorario viene infatti nominato direttamente dal Paese d’invio





Sebbene i consoli onorari godano delle stesse immunità e privilegi dei consoli di carriera, non svolgono questo ruolo come professione principale: per questo motivo non ricevono un vero e proprio stipendio, ma un indennizzo per il servizio prestato. 





Come diventare console generale





La figura del console generale è la classe più alta che può essere raggiunta da un funzionario consolare, in quanto è la persona che esercita le funzioni di vertice in un consolato generale. 





In quanto tale è una figura che può operare non solo nel campo del diritto nazionale, ma anche in quello del diritto internazionale. Viene nominato dal Ministero degli Esteri in seguito alla lettera patente, ovvero il documento ufficiale con il quale il console viene accreditato dal proprio capo di Stato presso il capo di uno stato straniero. 





Il Italia il ruolo di console generale può essere svolto soltanto da una persona che sia: